mercoledì 31 gennaio 2018

Segnalazione: Gallica di Antonia Claudia Romani

Carissime oggi vi annunciamo l'uscita di un romanzo storico Gallica di Antonia Claudia Romani, che sicuramente conoscerete tutti con il nome A.I. Cudil e la sua serie Six Senses,

Titolo: Gallica
Autore: Antonia Claudia Romani
Pagine: 250
Genere: romanzo storico
Editore: Self Publishing
Uscita: 31 gennaio 2018
Formato: ebook e cartaceo
Prezzo: 2,99 € - prezzo lancio preorder e prima settimana 0,99 €
In vendita su: Amazon e Kobo
Trama:
“Roma significa forza e la vera forza di Roma saranno sempre i suoi uomini e le sue donne.”

49 a.C.
La guerra civile che cambierà per sempre il volto di Roma è alle porte.
Il Generale Gaio Giulio Cesare ha bisogno di un’arma unica per portare a termine il suo disegno. La III Legio Gallica sarà lo strumento per contrastare il tradimento di Labieno perché sarà composta dai migliori soldati Romani, Italici, Galli e Germani. E proprio in Gallica si riuniscono quattro legionari: la fedeltà a Cesare li ha fatti incontrare, la guerra ha forgiato la loro amicizia, la nuova missione li riporta a marciare insieme, stavolta verso l’Urbe.
Quinto, il centurione Primipilo della III Legio, dovrà amalgamare soldati di tradizioni e culture molto diverse. Il suo giovane amico Tullio dovrà fare i conti con l’arrivo inaspettato di Camilla, una donna unica nel suo genere, le cui capacità nel forgiare le spade la renderanno preziosa per lo stesso Generale. Per Dalmatico è arrivato il momento di affrontare gli incubi che lo tormentano da anni, mentre il brillante ingegnere Paulo inizierà a chiedersi se davvero Cesare sia un bene per la Repubblica o se questa lotta tra Romani non sia un tradimento.
La marcia verso Roma ha inizio ma, ancora prima di varcare il Rubicone, un’uccisione misteriosa mina la precaria fiducia tra i legionari, gettando un’ombra di sospetto sulla Legio e sulla missione. In una corsa contro il tempo, i quattro dovranno giungere alla verità prima che sia troppo tardi…

Chi è Antonia Claudia Romani?
è lo pseudonimo di A.I. Cudil autrice della serie romance Six Senses. A.I. Cudil fa parte dell’European Writing Women Association. Pubblica romanzi d’amore da 2012 quando ha esordito in questo genere con il romanzo “La sindrome di Rubens”, seguito da “Rouge Club”, e da “Imperfetta” poi ripubblicato con il titolo “La chiave del mio cuore”. Nell’arco del 2013 pubblica il romanzo a puntate “Tattoo and Spirit”. Nel 2014 inizia a pubblicare le vicende del Six Senses Spa con Giunti Editore. Del 2014 è infatti “Solo il tuo sapore”, del 2015 “Solo la tua voce” e nell’aprile 2017 esce il terzo romanzo della serie Six Senses, “Solo la tua carezza”.

Il primo romanzo della serie Provence, “Aspettavo solo te”, esce in selfpublishing nel luglio del 2017.



Recensione: Green Snake (The Darkest Night Vol. 3) di Sagara Lux

Oggi vi presentiamo le recensioni dal doppio punto di vista delle nostre Fra e Chicca sull'ultimo volume della serie Darkest Night: Green Snake di Sagara Lux, pubblicato il 23 gennaio

Titolo: Green Snake
Autore: Sagara Lux
Serie: The darkest night #3
Editore: Self Publishing
Genere: Dark-Romance

Trama
“Mai cominciare quello che non puoi terminare.”

Lilian Leroy è cresciuta all’ombra di sua sorella.
Non ha mai dovuto assumersi alcuna responsabilità e non ha mai dovuto combattere per nulla.
Ma ora le cose sono cambiate.
Abigail Leroy è sopravvissuta all’inferno.
Il suo corpo ha trovato il modo di tornare a casa, ma il suo cuore è rimasto prigioniero dell’amore velenoso che Dmitry Kozlov ha instillato dentro di lei.
Desidera giustizia. Pretende vendetta.
Ed è per questo che impone a Lilian di fare una scelta.
Esistono diverse strade per arrivare a uno stesso obiettivo, ma tutte paiono passare attraverso la stessa persona. La più pericolosa. Quella che possiede il nostro cuore.
Quella che ci viene chiesto di distruggere.

LA SERIE DARKEST NIGHT
#1 Black Rose (23 luglio 2017)
#2 White Shark (23 settembre 2017)
#3 Green Snake (previsto 23 gennaio 2017)


Biografia:
Sagara Lux crede nelle seconde occasioni, benché la vita non gliene abbia mai concesse.
Non ama parlare di sé, ma ama scrivere e dare a vita a personaggi capaci di colpire stomaco e cuore insieme.

Recensione Fra:
Trovo molto molto difficile scrivere questa recensione, Sagara è un'autrice bravissima, una penna impeccabile, scrive dark e finora erano molto psicologici e poco violenti, però ti facevano toccare con mano menti oscure che ti affascinava inorridendo e dava un'anima a dei mostri.
Alla fine del secondo capitolo di questa serie ero completamente presa da questa trilogia anche se l'ho trovata un bel po più violenta rispetto alle precedenti edizioni ed ero curiosissima di vedere come Sag avrebbe tirato tutti i fili come una burattinaia esperta portandoci fino alla fine con il suspense (da tenere ogni tanto le mani davanti agli occhi) e con l'adrenalina a mille.

Oggettivamente non posso dire che non mi è piaciuto, perché così non è, ma l'ho trovato a tratti psicologicamente non completamente coerente o meglio, mi spiego se come me avete letto i precedenti romanzi sapete che entrambe le sorelle provano sentimenti per uomini che sono anche i loro carnefici ma mentre la rosa nera e il serpente verde si sono innamorati prima e il loro è un rapporto tormentato che porta Sergey ad atti spregevoli ma anche pazzeschi nei confronti e per Lily, ma lui è un gregario, è un sottomesso al vor, è un soldato e suddito, risponde a ordini e si sottopone a difficilissime scelte cosa che non posso dire nei confronti della seconda coppia e nello specifico nei confronti di Dmitri.

Lo aveva già fatto, in fondo. Mi aveva mentito per amore. Si era sacrificato per amore. E mi aveva lasciato per amore. 

Già nel precedente romanzo la loro coppia mi aveva lasciato un pò perplessa in azioni e reazioni, Dmitri è il vor, un signore potente della mafia russa, duro, un mostro, apparentemente senza rimorsi, è il signore di Sergey e lo costringe a atti inimmaginabili, rapisce e tortura Abby che prima del rapimento era infatuata di lui per scopi nascosti che abbiamo scoperto in White shark, durante il suo rapimento lei se ne innamora, lui pone a torture pure Lilly la sorella minore di Abby e qui insorge la mia perplessità sulla sorella maggiore; ok esserne infatuati ma innamorarsi del proprio carnefice non diventa sindrome di Stoccolma? Qualcosa di reale ma che non è amore puro, ma malato.

Ma le parole erano come puttane. E le puttane fingevano di fare l’amore. Ti illudevano. Ma non ti concedevano mai nulla di più di quanto pattuito.

Per questo ho faticato a comprendere certe cose e accettarle, come il nascente sentimento reciproco non voluto e combattuto da entrambi, al contrario della coppia Sergej Lily che nonostante tutto si ama e il loro amore crea un legame fortissimo che li lega in maniera indissolubile a dispetto di tutto e tutti, anche di loro stessi.

Il libro contiene molteplici colpi di scena e stringe il cordone a tutta la storia suddivisa nei tre libri, signori e signore la resa dei conti è iniziata.

In questo capitolo scopriremo tutto, risponderemo a tutti i nostri dubbi, atto dopo atto, con una vena thriller, e scopriremo tutte le carte in tavola!

Nonostante le mie perplessità devo dire che è un libro molto scorrevole che ti tiene incollato fino alla fine.

È adatto a un pubblico adulto e poco sensibile perché tratta temi forti e scene violente, seppur narrate in un modo soft.

Buona lettura!



Fra

LCDL







Recensione di Chicca:

“Volevo la vita, non la morte. Volevo l’amore, non la vendetta.”

Siamo giunti al capitolo conclusivo di questa trilogia dove finalmente conosceremo il destino delle sorelle Manor, Lilian e Abigail, cresciute insieme che dopo la morte del padre possono contare l’una sull’altra.
La storia riprende dove finisce il secondo volume. Abbie è tornata a Londra dove trova la sorella non più piccola e fragile ma diversa, ingenua e folle, in balia delle onde di un criminale, Petyr che ha preso possesso della loro casa e della sua vita.
Riprende la partita a scacchi tra i quattro protagonisti, le sorelle, Sergej l’assassino e Dmitry lo squalo bianco che abbiamo avuto modo di conoscere meglio nel secondo volume. Una storia dove ancora la vendetta domina e scaturisce una serie di reazioni a catena, portando altra voglia di vendetta.

Da una parte ci sono Dmitry e Lilian la coppia forte e intrigante che combatte per annullarsi. Ogni loro mossa è importante sulla scacchiera anche se, a muoversi è solo un pedone che “raggira e usa le parole come scudo e spada insieme” ma difronte alle emozioni non sa come reagire.

“Era una regina perversa quella che mi tormentava la mente; una creatura che mi accorsi di desiderare con ogni mia forza”.

Lilian e Sergej sono la coppia dove l’unica certezza è l’amore. I fantasmi del passato di Sergej vengono a galla costringendolo al sacrificio per la sua libertà.
Il finale di questo terzo e conclusivo romanzo dark va a chiudere il cerchio dei quattro protagonisti complessi che grazie ai quattro punti di vista alternati, l’autrice con maestria ci porta a scoprire i conflitti estremi e le forme d’amore potenti che caratterizzano questo genere di lettura, che si svolge tra Londra e la Russia dove primeggiano i misteri, gli affari loschi della mafia, amore, sesso, odio e violenza.
Non posso che consigliare questa trilogia che adesso trovate completa, agli amanti di questo genere , chi ama le emozioni forti, ma non temete perché l’amore trionferà riuscendo a far luce negli animi oscuri.
Buona lettura a tutti!

Chicca
LCDL





Recensione: In un qualsiasi mattino di settembre di Luciana Balducci

Il romanzo di cui vi parlo oggi è "In una mattina qualsiasi di settembre" scritto da Luciana Balducci, edito Associazione Culturale Eretica.

Titolo: In un qualsiasi mattino di settembre
Autore: Luciana Balducci
Editore: Associazione Culturale Eretica 
Genere: Romance
Pagine: 96
Costo: Ebook 5.49 Copertina flessibile 13

Trama 
Emma e Guido si incontrano in un qualsiasi mattino di settembre. Il loro incontro parrebbe casuale ma il caso non esiste. Esistono incontri predestinati che si preannunciano mentre, magari, ti stai preparando per uscire. Hai acceso la radio e stai scegliendo cosa indossare. Senti la voce di Neil Diamond cantare September Morn e d’improvviso – non ti succede mai – ti fermi ad ascoltare e a tradurre mentalmente il testo. Stai, solo per un po’. Stai, e lascia ch’io ti guardi. È passato così tanto, ti conoscevo appena. In piedi sulla porta.

Recensione: 
Il titolo del romanzo non si discosta dalla realtà, i protagonisti si incontrano in un qualsiasi giorno di Settembre, Emma Rainer ha 31 ed è laureata in Architettura. Giudo Lenti si presenta alla porta dello studio di Emma affermando di voler imparare da lei. Guido ha 26 anni, laureato nella triennale della Sorbona, ma per motivi famigliari è rientrato a Torino. 

Emma resta scossa da questo incontro, ma il lavoro prima di tutto, inizia cosi la loro collaborazione che ben presto finisce in qualcosa che va oltre il lavoro. Questa storia che sembra iniziata per casualità si scopre ben presto di essere basata su bugie, sotterfugi, inganni. E lo sappiamo tutti che quando un destro arriva veloce, senza che te lo aspetti, perché hai promesso che nessuno mai più ti farà del male, questa cosa colpisce più delle altre e cavolo se fa male! Dolore su dolore, ferite su ferite.

Mi è piaciuta molto Emma, una donna come noi, con i suoi sogni, desideri, la determinazione, ma anche sofferenza, paura, promesse fatte a se stesse e infrante perché le donne ci credono sempre.

Giudo mi ha lasciata più indifferente, non sono riuscita a inquadrarlo molto, capisco la sofferenza che il padre gli ha procurato, ma il resto? Devo pensare che la giovane età abbia contribuito a fare determinate scelte?

E' un romanzo che si legge in un paio di ore, ho apprezzato molto che l'autrice a piè di pagina abbia inserito le etimologie di alcuni termini. La narrazione è suddivisa in Atti e Scene, elemento che si diversifica dagli altri romanzi ed entrambi i pov dei personaggi. 

Una storia con un finale che non ti aspetti, un cambio di rotta per entrambe i personaggi. C'è chi analizza gli errori e cerca di chiedere perdono con umiltà, c'è chi invece il perdono non sa se donarlo anche se il cuore dice di sì.

Complimenti all’autrice.

Buona lettura.
Aurelia
LCDL

Review Party Miss Oro Nero (NY Sinners Serie #2) di Charlotte Lays

Bentornati Cercatrici e Cercatori, per il Review Party ospitiamo Charlotte Lays e il suo secondo libro della Sinners Series: Miss Oro Nero, edito da HarperCollins.

Titolo: Miss Oro Nero (NY#2 Sinners series)
Autore: Charlotte Lays
Collana: Harmony Passion
Editore: HarperCollins Italia
Genere: Romance/erotico
Uscita: Sullo shop: 17 Gennaio - in edicola il 30 Gennaio 2018
e-Book: 20 Febbraio 2018
Link vendita sullo shop

Sinossi:
Kathleen Lawford è subentrata al padre alla guida della Lawford's Petrol e per conto della società viaggia ovunque, seguendo il richiamo dell'oro nero. Durante uno di questi viaggi la sua vita subisce un brusco stravolgimento che la porta a dover ripensare completamente alla propria esistenza. E ad accettare di buon grado l'assillante ansia protettiva dei genitori. Per fortuna, al suo fianco, ha le sue sei preziose migliori amiche, che rappresentano la famiglia che si è scelta, e soprattutto la sua adorata bambina: Scarlett. Quando però ricompare l'uomo che dice di essere il padre di Scarlett, il passato si riaffaccia doloroso e violento nella vita di Kath, che vuole evitare a tutti i costi che quell'uomo senza scrupoli irrompa nell'esistenza della figlia.
Le serve una strategia legale che preveda un avvocato pronto a tutelarla, un matrimonio e molto coraggio.
William Marks, il Giaguaro, è l'avvocato che fa al caso suo. E si presta anche ad assecondare il suo piano.
Will e Kath sembrano incompatibili, ma la frequentazione obbligata li porta a scoprire un gioco di seduzione ed erotismo di cui a poco a poco perdono il controllo e che si trasforma in una passione irrefrenabile. Ma i fatti precipitano di nuovo in maniera inaspettata sconvolgendo le vite di tutti.
Miniserie "Sinners series " - Vol.2 

Recensione:

«Perché a un certo punto non devi scegliere con chi stare, ma senza chi non puoi stare.»

Ho iniziato questo libro leggendo appena qualcosina della sinossi, avendo già letto il precedente nonché primo libro della serie delle Sinners, ovvero Lady O, (qui rece), ho preferito lasciare che scoprissi tutto man mano che proseguivo nella lettura del libro.
Vi assicuro che l'impatto è stato notevole.
Anche in questa storia, come nella precedente, i sentimenti e le emozioni la fanno da padrone, il libro è raccontato dal pov di entrambi i protagonisti, anche se per la maggior parte della storia è la voce di Kathleen a narrare.

Kathleen Lawford, una delle sei Sinners, e protagonista, che insieme all'avvenente avvocato di origine Afroamericana William Marks, danno vita a una storia d'amore molto intensa e passionale. 
Kath si mostra al mondo come una donna e una mamma forte e serena. 
In realtà, le cicatrici che porta nell'animo, inflitte per mano di un uomo che non ha avuto pietà di lei, sono ancora sanguinanti. Se quelle del corpo si sono rimarginate, quelle che porta dentro di sè sono coperte appena da un cerotto. 
Un cerotto che viene via alla ricomparsa del padre del suo bene più prezioso, Scarlett la sua dolcissima e tenerissima bambina. 
Lei per me è la vera protagonista di questa storia.

Adesso che tutto intorno a me vacilla, avrei bisogno di qualcuno che mi capisse, mi amasse, condividesse con me. Sento che è vitale per la mia sopravvivenza.

William, il nostro avvocato, ha un background alquanto travagliato, con un'infanzia e una adolescenza piena di dolore e tragedie ma soprattutto l'assenza di una famiglia che lo ami. 
Oggi è un avvocato di successo che dentro le aule del tribunale si è meritato il soprannome di Il Giaguaro. È riuscito a riscattarsi dal suo passato, come Kath anche lui per colpa dei suoi trascorsi, ha paura di lasciarsi andare e amare in modo totale.

Entrambi partiranno già con dei pessimi preconcetti e una forte antipatia l'uno per l'altra, sarà la forzata convivenza e la dolce Scarlett, che farà da cuscinetto, a far cadere tutte le loro barriere.
Per il lieto fine credetemi, mi hanno fatto davvero tribolare.
I personaggi, mi hanno conquistato per la loro profondità oltre che ben caratterizzati. 
Ho adorato anche i non protagonisti, sia le Sinners che sono davvero uniche e speciali,  il mio amato Gerard, marito di Olivia, quello di cui avrei voluto sapere qualcosa di più è Morgan ombra e guardia del corpo di Kath nonché amico fraterno.

Anche stavolta l'autrice ha fatto centro. La storia è alleggerita dall'ironia effervescente nei dialoghi che contraddistingue la Lays, che stempera la serietà dei temi. E' riuscita a trasmettermi tutte le sfumature dell'amore. Sia di sincera amicizia che genitoriale e filiale, che di coppia. Quello che non distingue  colore della pelle e credo. Quello che non ha bisogno di legami di sangue per essere forte e intenso, vero. Tanto smuovere le montagne e rischiare la propria vita  per salvare le persone che si ama. Quello che dai tutto di te, corpo e anima.
Insomma l'amore vero in tutte le sue forme.

Non sono e non sarò mai l'uomo degno di stare accanto a lei e all'angelo che ha per figlia, ma potrei alleviare un po' delle sue pene. Potrei aiutarla.

Non so, se sono riuscita o meno con le parole a trasmettere tutte le emozioni che questo libro mi ha dato. Dalle risate, ai nervi che mi chiudevano lo stomaco come una morsa, all'ansia per il leggero filo suspence, alla tenerezza e quei passi commoventi con la meravigliosa Scarlett, che mi hanno strappato qualche lacrimuccia.


«Io non ho la forza per sopravvivere a te, Will.» «Noi dobbiamo vivere insieme. Non sopravvivere separati.

Insomma un libro che merita di essere letto ed apprezzato nella sua interezza.
Adesso non mi rimane che congratularmi con Charlotte Lays per il suo bellissimo libro, e augurare a voi buona lettura.
Mi auguro di leggere il prima possibile il terzo libro della serie, e che la HarperCollins non ci faccia attendere troppo.
Alla prossima!.

Virgy
LCDL

martedì 30 gennaio 2018

Anteprima: Il posto delle lucciole di Vera Demes

Les Flâneurs Edizioni  ci presenta una nuova anteprima: Il posto delle lucciole di Vera Demes, in uscita il 9 Febbraio 2018.
Tre sorelle alla spasmodica e struggente ricerca della felicità, intraprendono un percorso in cui rischieranno di perdersi e confondersi. Ally, idealizzando l'amore; Maia, ostinandosi a mentire a se stessa; Elettra, convincendosi di non poter amare. 


Titolo: Il posto delle lucciole 
Autore: Vera Demes 
Editore: Les Flâneurs Edizioni
Collana: Eiffel
Formato: Digitale 
Prezzo: 2,99€ 

Trama:
Ally, Elettra e Maia Corvini sono sorelle. 
Portano il nome di tre stelle e sono legate da un affetto istintivo, possessivo e profondo. Nulla sembra poter alterare la loro quotidianità, ma la morte del loro padre Orione, improvvisa e lacerante, modifica tutto. 

Specie dopo l'arrivo di Theo, affascinante ricercatore, al quale la facoltà di Orione Corvini ha deciso di affidare un compito molto importante. 

In una spasmodica e struggente ricerca della felicità, le tre ragazze intraprendono un percorso in cui rischieranno di perdersi e confondersi. Ally, idealizzando l'amore; Maia, ostinandosi a mentire a se stessa; Elettra, convincendosi di non poter amare. 

In un susseguirsi di eventi accidentato e difficile, in cui anche l'affetto e la lealtà fraterne saranno messe in gioco e ogni certezza sembrerà sgretolarsi, un segreto custodito per anni verrà finalmente alla luce. 

E, allora, sarà tutto chiaro. Perché la felicità risiede nelle piccole cose e nell'essenza lieve delle emozioni che appaiono scontate. Una lezione di vita che le cambierà per sempre.

Blog Tour 3 tappa Nati sotto la stessa stella di Alessandra Angelini

Abbiamo il piacere di ospitare la terza tappa del Blog Tour dedicato al secondo libro della Bad Attitude Series: NATI SOTTO LA STESSA STELLA di Alessandra Angelini che abbiamo avuto il privilegio di recensire (QUI).
Il componente della Band che vi faremo conoscere più da vicino è il fantastico chitarrista P.E. 
La gentilissima autrice, ha deciso mettere in palio dei gadget con il logo dei  Bad Attitude per voi lettori che seguite il blog tour.

Trama:
Se ami qualcuno devi inseguirlo
Bad Attitude Series
Dall’autrice del bestseller Non dirgli che ti manca

Amelia studia Medicina all’Università di Bologna, ha un rapporto conflittuale con i suoi genitori ed è abituata a fuggire dai problemi. Fan e amica della band del momento, i Bad Attitude, ha una storia altalenante con il cantante. A sostenere Amelia ci sono le sue amiche Isabella e Caterina, ma soprattutto Nico, il bassista del gruppo. Amelia è sempre in cerca di emozioni che le facciano battere il cuore, mentre Nico vorrebbe soltanto evitare altri problemi: quelli lui li conosce fin troppo bene. Basta poco per rendere i confini del loro rapporto indefiniti… È un’estate piena di musica e di magia quella che vivono, un’estate unica in cui tutto è possibile. Ma come in ogni sogno, dal quale prima o poi bisogna svegliarsi, Amelia e Nico dovranno decidere se la paura è più forte dei sogni che vogliono realizzare. La felicità è a portata di mano, devono solo trovare il coraggio di afferrarla…
Se hai un sogno devi proteggerlo
Se ami qualcuno devi inseguirlo
                   P.E.                 

Strumento nei Bad Attitude: chitarra elettrica e acustica, solista
Età: 29 anni
Altezza: 1,87 m
Colore degli occhi: marrone scuro
Colore dei capelli: neri con le punte colorate dei colori più disparati
Descrizione fisica: ha le spalle ampie e il fisico all’apparenza mingherlino, per via dell’altezza, ha gambe chilometriche e una muscolatura tonica. Si muove con movimenti nervosi, come il carattere
Segni particolari: veste in qualsiasi colore purché nero, più borchie e catene ci sono meglio è
Carattere: scontroso con chi non conosce ma ama scherzare con gli amici. È diretto, a volte fin troppo, e dice sempre quello che gli passa per la testa
Stato civile: sposato da tre anni con Caterina
Sogni e aspirazioni: P.E. ha solo due passioni: Caterina e la band, in quest’ordine. Non c’è niente che non farebbe per fare felice lei e portare la band al successo

Breve intervista a P.E.

1. Pietro ti chiamano P.E. = pessimo elemento. Puoi dirci chi è stato ad affibbiarti questo nomignolo e se sei d’accordo a essere chiamato così? 
È stato quel cretino del nostro vecchio batterista. Si divertiva a stuzzicarmi e poi non stava allo scherzo quando reagivo! Cosa si aspettava? Che stessi lì a subire? Non credo proprio… poi gli altri ci hanno preso gusto a chiamarmi così e non me lo sono più scrollato di dosso. 

2. Cosa ti ha colpito di Cate? 
Conosco Cate da quanto era in fasce, letteralmente, non dico per dire. Un giorno era un ranocchietto tutto ossa e capelli, una ragazzina che ci stava sempre incollata e voleva sempre avere l’ultima parola, e quello dopo era una donna. Non so come spiegartelo. È cambiata sotto i miei occhi e non riuscivo a togliermela dalla testa. Era assurdo, sbagliato, desiderarla in quel modo ma non ci potevo fare niente. E lei non mi ha aiutato, lasciamelo dire… 

3. Cosa hai pensato quando sei venuto a conoscenza che saresti diventato padre? 
Ero senza parole. Cate avrebbe potuto dirmi che veniva da Marte e ne sarei stato meno sorpreso. Ero felice come non lo sono mai stato. Non c’è niente che non farei per lei e nostro figlio, loro sono la mia priorità, il perché esisto. 

4. Se ti chiedessero di buttare giù dalla torre uno dei tuoi amici e fratelli della band... chi e perché? 
Julien senza pensarci, la mia vita sarebbe molto più semplice senza di lui. Però sarebbe anche parecchio più noiosa, e Cate non mi perdonerebbe mai, quindi mi toccherebbe saltare dopo di lui e salvare quel brutto culo secco. 

5. Cosa ti aspetti dal futuro? 
Voglio realizzare il nostro grande sogno, l’ho promesso a Cate tanto tempo fa’ e non la deluderò. Poi vorrei mettere su una famiglia di quelle belle numerose, svegliarmi ogni mattina con Cate tra le braccia e i bambini che ci invadono il letto per giocare. Questo vorrei.




I migliori chitarristi di sempre:
  1. Jim Hendrix
  2. Eric Clapton
  3. Jimmy Page (Led Zeppelin)
  4. Keith Richards (The Rolling Stones)
  5. Jeff Beck
I preferiti da P.E.: Eddie Van Halen (Van Halen), David Gimour (Pink Floyd), Gary Rossington (Lynyrd Skynyrd) e Joe Satriani.

GIVEAWAY
Per partecipare e tentare di vincere, dovrete compilare il form che troverete scorrendo e seguirne le indicazioni, per non perdere nessuna delle tappe, vi invitiamo a seguire il calendario che trovate di seguito  e  i link di collegamento ai blog che partecipano al Blogtour!

Cover Reveal L'onda perfetta #1 (The Perfect Wave Series) di Federica Alessi

Cover Reveal 
L'ONDA PERFETTA di Federica Alessi
Per il Cover Reveal vi presentiamo L'Onda perfetta, libro già uscito in precedenza con Rizzoli, dopo la chiusura della collana YouFeel, l'autrice ha deciso pubblicarlo in self publishing in uscita il 30 gennaio 2018.

Genere: New Adult
Mood: Romantico
Formato e-Book costo: 1,99
Gratis in abbonamento K. U. 

TRAMA
Per Kaylee Mason quella a Myrtle Beach è, ufficialmente, una pausa estiva prima del college. In realtà la timida ventenne dalla chioma rosso fuoco lascia il Texas con uno scopo ben diverso. Ma ad attenderla non ci sono solo ricerche sul segreto che gli hanno sempre tenuto nascosto. Blake Walker, il surfer professionista più sexy e ambito del South Carolina, si mette sulla strada della ragazza rendendo tutto più complicato e, più eccitante. Fra Kaylee e Blake è subito attrazione ma, oltre al presente dei due giovani, anche il passato delle loro famiglie sembra in qualche modo unirli. Di cosa si tratta? Saprà il loro amore sopravvivere senza mai affondare sotto il peso delle bugie? Una storia d'amore romantica e travolgente come una perfetta onda dell’oceano.




Recensione: Piccole bugie (Pretty Little Lies Vol. 1) di Jennifer Miller

Carissime lettrici oggi vi parliamo di Piccole bugie di Jennifer Miller edito da Quixote edizioni.

Titolo: Piccole bugie
Autore: Jennifer Miller
Editore: Quixote Edizioni
Genere: Contemporanero
Pagine:344
Costo: 3,99 (ebook)

Trama: 
Una piccola bugia detta a fin di bene può cambiare drasticamente il corso delle cose…

Come ogni ragazza innamorata di diciotto anni, Olivia sognava di vivere per sempre felice e contenta con l’amore della sua vita. Luke è tutto ciò che ha sempre sognato, fino a quando si trova ad ascoltare qualcosa che non avrebbe dovuto. Pochi secondi, e il suo cuore va in mille pezzi. Olivia cerca di affrontare la cosa nell’unico modo che conosce: scappa, lasciandosi alle spalle la famiglia, gli amici e il ragazzo che ama.

Alla ricerca della serenità e di una via di fuga, Olivia pensa di trovarle in un bad boy compassato di nome Deacon. Lui infatti è l’esatto opposto di Luke, e la cosa a Olivia non dispiace affatto.

Sono passati sette anni, Olivia è cresciuta, è diventata più saggia e sta tornando a Chicago per iniziare una nuova vita e riallacciare i rapporti con la sua migliore amica, Pyper. Quello che non si aspetta è di trovarsi di nuovo faccia a faccia con il ragazzo che si era lasciata alle spalle e di scoprire che, nonostante se ne sia andata, i suoi sentimenti sono rimasti gli stessi.

Riuscirà Olivia a mettere da parte la sofferenza nel suo cuore e a fidarsi di nuovo di Luke? Riuscirà a tagliare i ponti col passato, oppure continuerà a permettere che la sua vita venga influenzata da piccole insinuanti bugie? 

Recensione:
Piccole bugie è un libro che non cattura subito l'attenzione, ma che poi riesce a creare un buon ritmo, in particolare verso la fine. Primo capitolo della serie Pretty little liars, Piccole bugie presenta numerose caratteristiche che mi sono piaciute e soltanto pochi punti negativi. 

La storia ambientata a Chicago ci presenta una donna che all'età di 25 anni ha già un pesante bagaglio di relazioni fallite e cuori infranti. Olivia è una donna che ama con tutta se stessa e ci mette il cuore. Ed è proprio il suo cuore a subire duri colpi che la porteranno a compiere scelte che rimpiangerà. Olivia è una giovane donna che si è realizzata nel mondo del lavoro ma che non ha ottenuto la stessa sicurezza in quello affettivo-amoroso. Olivia ha una fragilità che avvolge la voglia di farcela e di non fuggire più. Alla base della sua insicurezza, c'è il fallimento della sua prima storia d'amore. Spesso si dice che il primo amore non si scorda mai e talvolta segna così profondamente da influenzare il presente e il futuro. A questa brutta batosta ricevuta, si aggiunge un matrimonio con un uomo che le usa violenza. La violenza a cui è soggetta Olivia non è una violenza fisica, ma psicologica. Questo è uno degli elementi che ho molto apprezzato sia per i modi in cui l'autrice lo affronta, in modo chiaro e acuto, sia perché fa in modo che la nostra protagonista sviluppi, grazie all'aiuto di un'amica e di una psicologa, piena consapevolezza delle sue colpe e di quelle del marito. Questa situazione di stress emotivo raggiungerà il culmine con la ricomparsa di Luke.

Cosa posso dirvi di Luke? E' un uomo che è impossibile non amare. Dolcezza, sicurezza, fedeltà, comprensione, capacità di amare e di perdonare, tutte caratteristiche racchiuse in un pacchetto davvero niente male. Luke vedrà nel ritorno di Olivia un segno del destino e farà di tutto per riconquistarla. E' un uomo di successo che però non è riuscito a dimenticare il suo primo amore finito cosi repentinamente. Adesso ha l'occasione di parlare con Olivia e sistemare le cose. E' pronto a tutto pur di riaverla. 

Luke e Olivia sono una coppia che saprà addolcire i cuori più duri e infiammare quelli più spenti. Il loro riavvicinamento sarà graduale ma non mancheranno di certo le emozioni. 

Lo stile dell'autrice è rapido e fluido e ho molto apprezzato i consigli di moda messi all'inizio di ogni capitolo, perché mi hanno fatto scoprire il lato più allegro di Olivia, che di certo non vive un periodo facile. Non so cosa ci riserveranno i libri successivi, anche se spero, onestamente, di vedere una protagonista un pò più combattiva. 

Pyper, la migliore amica di Olivia, é il personaggio più solare presente nel libro e dona quel pizzico di brio e di grinta che mancava alla storia. Pyper sarà la guru sentimentale di Olivia che riuscirà, grazie al suo aiuto, a rimettersi in gioco e a rialzarsi dopo ogni caduta. 

In conclusione, vi consiglio questo libro perchè ci insegna a non perdere mai la speranza perchè l'importante é rimettersi in gioco, e Olivia lo fa alla grande. 

Claudia
LCDL


Recensione: La mia peggior rivalsa di Claire Bizet

Carissime lettrici, oggi vi parliamo di La mia peggior rivalsa di Claire Bizet, in uscita oggi 30 gennaio in self publishing. Vediamo di cosa parla questo romanzo.


Titolo: La mia peggior rivalsa
Autore: Claire Bizet
Editore: self publishing
Genere: contemporary romance (sono presenti scene forti adatte a un pubblico consapevole)
Pagine: 253
Costo: € 2,99 (€ 0,99 per i primi tre giorni)

Trama:
Voglio lui.
Voglio saziarmi del suo sapore.
Voglio perdermi tra le sue braccia.
Si dice che ogni fine sancisca un nuovo inizio.
Mi chiamo Patricia Bale e mi sono persa.
Quando mi hanno licenziata, ho deciso di concedermi una vacanza a Siracusa e ho raggiunto i miei zii, ma non avevo fatto i conti con il destino che spesso si diverte a rimescolare le carte.
Sono stata sopraffatta dalle lucenti fiamme dell’inferno, che prima ammaliano e poi distruggono. Ho seguito il mio istinto e mi sono concessa una passione travolgente.
Ero una donna sicura.
Ero una donna coraggiosa.
Ero una donna intraprendente.
Ora sono solo una donna che ama talmente tanto la vita da restarne aggrappata a tutti i costi.

Recensione:
Quando ho cominciato La mia peggior rivalsa, non sapevo che tipo di storia mi avrebbe aspettato. Al termine della lettura, vi posso assicurare che la destabilizzazione emotiva che provo è tanta quanta la voglia di saltare i convenevoli e discutere subito del tema principale di questo libro, che è davvero molto, molto scottante.
Ma cercherò di essere ordinata e dunque cominciamo dall’inizio.

Patricia Bale è una donna sicura di sé, bella in modo non convenzionale, socievole e piena di vita. Sangue italo-americano, curve piene e sorriso sempre sulle labbra, reduce da una delusione lavorativa a Trenton, New Jersey, decide di dare una svolta alla sua vita e tornare nelle calde terre siciliane dove la aspettano i suoi amorevoli zii e una banda di amici di infanzia che ha continuato a sentire nonostante non veda da molto tempo, e con cui non vede l’ora di ricongiungersi.

Ad accoglierla in Italia in prima linea c’è Andrea, il suo migliore amico di sempre. Carnagione scura e occhi chiarissimi, la sua presenza ha sempre avuto il potere di rassicurare Patricia, di farla sentire bene. Se lei considera il loro rapporto una colonna portante in termini di amicizia, dal canto suo Andrea nutre sentimenti di ben altra natura nei confronti di quella ragazza peperina che con il suo arrivo sembra dargli all’improvviso la speranza di trasformare l’affetto innocente che Patty prova per lui nell’innesco di un amore.
Ma Andrea è più giovane, è il fratello del suo ex fidanzato e, se per un attimo il loro rapporto sembra poter mutare, l’entrata in scena di Luigi confonde in modo sconvolgente la mente di Patricia.

Luigi è differente da tutti gli uomini che Patricia ha mai incontrato. È bellissimo, passionale, con un passato misterioso e sexy da morire. È una tentazione enorme per lei e, non appena ha la possibilità di conoscerlo, la sua curiosità innata la spinge inesorabilmente verso di lui.

Da qui prende il via una sorta di triangolo amoroso, anche se non si tratta di un triangolo convenzionale dove la protagonista è scissa tra due pretendenti: è più una guerra silente in cui l’amicizia spensierata di Andrea e la passione sfrenata di Luigi combattono scena dopo scena per conquistare il predominio sul cuore della protagonista. 

Quindi si tratta di un romanzo su un triangolo amoroso “lei-migliore amico bravo ragazzo – ragazzo tenebroso”? Per i primi capitoli, sì.

Ma basta addentrarsi un po’ nella narrazione per scoprire che c’è molto di più ad aspettare il lettore. L’abilità dell’autrice di nascondere una sottile angoscia intessuta in episodi all’apparenza molto rilassati mi ha sorpresa, tanto che all’inizio quasi non si fa caso allo sfarfallio a margine della scena, al segnale di pericolo che lampeggia in lontananza.
Mentre seguiamo Patricia nella sua scelta amorosa e la vediamo cedere a uno dei due pretendenti, diventa pian piano sempre più chiaro che qualcosa non quadra e che uno dei due uomini nasconde ben più di quanto mostra.
Ovviamente non dirò quale dei due: ci saranno motivi per dubitare di entrambi, in misura più o meno preponderante, grazie a una serie di indizi che agitano le acque tenendo in sospeso il lettore.

La narrazione pulita e semplice scorre bene sotto gli occhi e, più si prosegue nella lettura, più ci si stupisce di come Patricia, passo dopo passo, in un modo naturale e quasi senza accorgersene, venga condotta verso un punto di non ritorno che temevo e in egual misura non credevo avrebbe raggiunto.

L’evoluzione del rapporto di Patricia con entrambi i protagonisti è reale, credibile e a un certo punto anche inevitabile. Tutte le tappe che la protagonista percorre sono necessarie e la sua presa di coscienza è lenta e dolorosa per lei e anche per chi legge.
Mi piacerebbe davvero scendere più nei dettagli, ma farlo equivarrebbe a togliere il piacere della lettura, dunque vi dovrete fidare quando dico che tra le pagine di questo romanzo si nasconde più di quello che sembra: l’autrice propone una necessaria riflessione su cosa significa l’amore vero, quello che accetta e non pretende, che valorizza e non mortifica. Patricia dovrà capire chi l’ama davvero e chi invece la considera solo una sfida da vincere a tutti i costi, e il prezzo che pagherà per comprenderlo sarà davvero altissimo.

A dispetto della classificazione romance, questo romanzo mescola amicizia, erotismo e cruda realtà senza risparmiare colpi bassi, mostrando i lati meno fiabeschi e più reali di alcuni cliché.

Avrei preferito un maggiore approfondimento nella chiusura finale che ho trovato brusca, ma l’epilogo corregge in parte la mancanza.

In conclusione, se vi piacciono i romanzi che sono un pugno nello stomaco, non lasciatevi ingannare dai toni leggeri e scanzonati dell’inizio, proseguite oltre e leggetelo. Le piccole imperfezioni sono compensate dal coraggio di tessere la tela in cui resta invischiata la protagonista con una lucidità notevole.

Anna N.
LCDL
Link booktrailer

Anteprima: Rock – La mia roccia di Anyta Sunday

La Triskell Edizioni presenta la prossima uscita della collana Rainbow. "Rock – La mia roccia" di Anyta Sunday in uscita il 1° di febbraio.

Titolo: rock - La mia roccia
Titolo originale: rock
Autrice: Anyta Sunday
Traduttrice: Chiara Fazzi
Genere: contemporaneo
Lunghezza: 255 pagine
Prezzo Ebook: € 4,99

Sinossi:
Igneo.
Quando i genitori di Cooper divorziano, lui si becca le settimane alterne: una con mamma e una con papà. Solo che non è semplicemente costretto a vivere con suo padre. C’è anche Lila: l’Altra Donna, quella che ha portato via le fondamenta - solide come roccia - della sua vita. E poi... C’è Jace. Il figlio di Lila. L’arrogante figlio di Lila, con gli occhi blu color scaglie-di-pesce-rigurgitato. Cooper vuole soltanto riavere la sua famiglia com’era una volta ma qualcosa, in questo ragazzo, gli garantisce che le cose non saranno mai più le stesse.

Sedimentario.
Cooper si oppone alla realtà della sua nuova vita e lui e Jace partono col piede sbagliato. Ma sbagliato o meno, dopo centinaia di ricordi condivisi, forgiano qualcosa di nuovo. Un’amicizia... intima. Perché fra loro può esserci soltanto dell’amicizia. Anche se non sono proprio fratelli per davvero. Tecnicamente, non sono nemmeno fratellastri...

Metamorfico.
Ma come si evolve questa amicizia, sotto le pressioni della vita? Sotto la spinta del cuore?

lunedì 29 gennaio 2018

Segnalazione: L'ultima lanterna della notte di Ornella De Luca

Esce oggi il secondo volume della serie The orphanage, L'ultima lanterna della notte di Ornella De Luca.

Titolo: L'ultima lanterna della notte
Autrice: Ornella De Luca
Serie: The orphanage series #2
Genere: Romance
Formato: Digitale e a breve cartaceo ( su amazon)
Data di uscita: 29 Gennaio 2018
Editore: self
Trama: 
Capelli lunghi, tirapugni, faccia da schiaffi e fascino gipsy.
Lennox Foster è abituato a vivere ai margini della società, un'ombra tra le tante della criminalità di Boston. Abbandonato dalla madre a soli sette anni, è cresciuto con i suoi quattro migliori amici, insieme ai quali ha vissuto nella spettrale "Villa Sullivan", l'ex orfanotrofio ormai in disuso della loro infanzia. Ed è proprio per proteggere i suoi affetti più cari che Lennox è costretto all'improvviso a partire da Boston in sella alla sua Harley.
Senza meta, senza radici, senza speranze per il futuro.
Casey Allen ama sopra ogni cosa il mare e il vecchio faro sulla scogliera lasciatole in eredità dal nonno, l'ultimo guardiano. Eppure Casey non è libera e selvaggia come la costa frastagliata del Maine, perché porta su di sé il peso di un ricatto: una spada di Damocle che oscilla fra la vita e la morte di una persona a lei molto cara. Le sue giornate sono noiose e prevedibili, senza margine di errore. Un mare all'apparenza fin troppo sereno.
Ma Lennox è furia e tempesta, un'onda che Casey non può permettersi d'incrociare sul bagnasciuga, altrimenti le sue orme saranno spazzate via per sempre.
Una passione segreta, violenze e soprusi nella tranquilla e idilliaca cittadina di Bar Harbor, dove la speranza è affidata a una lanterna lasciata librare nell'etere, custodendo un messaggio rivolto al cielo e a chi non c'è più. La luce del faro le illuminerà la via verso le nuvole.
L'ultima lanterna della notte è una continua altalena di azione e sentimenti: in fuga da un uomo in cerca di vendetta, Lennox incontrerà Casey, in fuga da se stessa e da un rapporto sbagliato.
L'ultima lanterna della notte è il secondo volume autoconclusivo della serie The orphanage, che segue le vicende di cinque amici, rimasti orfani e cresciuti insieme nella spettrale "Villa Sullivan". Il primo volume, Adesso apri gli occhi, racconta la storia di un'altra coppia, Homer e Diana, ed è stato pubblicato il 6 Novembre 2017.




«Ci rivedremo» promisi. «Al faro».
Allungai le braccia oltre le sbarre e lo abbracciai. Notai la tensione abbandonare lentamente il suo corpo, sentendo le mie mani sulla schiena.
«No che non ci rivedremo».
«Ci rivedremo» insistetti.
Lennox sbuffò, ma l'ombra di un sorriso fece capolino sul suo volto cupo.
«Forse quando cadrà il cielo e le stelle si spegneranno».
Avevo gli occhi gonfi a furia di trattenere le lacrime. Si ricordava di quella nostra conversazione, avvenuta solo pochi mesi prima, anche se a me sembravano passati anni.
«Quando cadrà il cielo e le stelle si spegneranno. Promesso».