martedì 22 maggio 2018

Anteprima: Mi sa tanto che ti amo di Valentina Vanzini

 Vi presentiamo in anteprima
Mi sa tanto che ti amo di Valentina Vanzini

Genere: Romanzo Rosa
Edito da Pubgold – Collana Floreale
Prezzo: €2,99 (eBook)
Data di uscita: 25 maggio 2018
Disponibile in eBook e in cartaceo in tutti gli store online e prenotabile in libreria.

Sinossi:
Sara non si è mai sentita una ragazza speciale: ha pochi amici, un impiego qualsiasi e un aspetto piuttosto anonimo. Tutto cambia quando incontra Filippo. Lui è bellissimo, di successo e pronto a sposarla.
Quando a causa del lavoro è costretto a trasferirsi per un anno a Santo Domingo, Sara accetta di seguirlo senza pensarci due volte.
Una volta arrivati all’altro capo del mondo però il sogno si trasforma in un incubo. Mentre sono all’aeroporto Filippo scompare e lei si ritrova da sola in un paese sconosciuto. Come se non bastasse alcuni malviventi (e la polizia) si mettono sulle sue tracce, convinti che possa condurli ad un misterioso tesoro.
L’unico disposto ad aiutarla sembra Christian, un italiano burbero e con l’aspetto da pirata, che vive ormai da anni a Santo Domingo e nasconde un terribile segreto.
Con il suo aiuto Sara cercherà di scoprire la verità, fra inseguimenti, colpi di scena e un’attrazione che potrebbe rivelarsi fatale.

Estratto:
«Ho come la sensazione che tu stia ignorando l’effetto benefico di certe attività» mormora prendendomi per le spalle.
Sorrido appena e la sua mano ne approfitta per scendere lungo la schiena, sino al fianco.
«Sei stata molto stressata ultimamente» mi fa notare fingendosi serio, ma in realtà gli viene da ridere. «Inseguimenti, tentativi di arresto da parte della polizia…»
«Un tizio bisbetico a cui devo un sacco di soldi» continuo per lui.
«Esattamente.» Con una sola mossa avvicina i nostri corpi. Lo sento fremere, a contatto con la mia pelle. Provo a domare i brividi, mentre il cuore comincia a battere furiosamente.
«Forse dovresti solo provare a…»
Mi prende il viso fra le mani, avvicinandolo lentamente al suo.
«A lasciarmi andare» mormoro schiudendo appena le labbra prima di essere travolta dalla passione.

Preorder

Anteprima: Piccola Cenerentola - ossessione d'amore di Vanessa Vescera

Carissime, oggi vi presentiamo una nuova ghiottissima anteprima targata Butterfly edizioni, il nuovo effervescente romanzo di Vanessa Vescera: Piccola Cenerentola - ossessione d'amore.

Titolo: Piccola Cenerentola - ossessione d'amore
Autore: Vanessa Vescera
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: chick-lit
Collana: Digital Emotions
Data di uscita ebook: 23 maggio 2018
Data di uscita cartaceo: 20 giugno 2018
Prezzo ebook: 2,99 € [il romanzo sarà in offerta a 0,99 € fino a domenica 27]
Disponibile su Amazon e Kindle Unlimited
Sinossi: Monica, affascinata da sempre dalla fiaba di Cenerentola, ne desidera una tutta sua. Memore del suo giuramento fatto da bambina, quando lasciava le sue scarpette sparse per Palermo nella speranza che il principe azzurro le trovasse per fargliele calzare; quando si imbatte in un libro di poesie con appuntato solo un nome, Brian Ferrari, decide di assecondare il destino. Arrivata a Bologna per lavorare e sfortunata sia in amore che negli affari, combina guai uno dietro l’altro, ma non si arrende e decide di inseguire il suo folle e ossessivo sogno d'amore. A questo punto, per cercare lo sconosciuto, solo la fata Madrina può salvarla ma se, invece di essere un'anziana signora, fosse un uomo affascinante con occhi blu cobalto da mozzare il fiato?
Questa è la fiaba moderna di una principessa e del suo principe che non indossa un mantello azzurro ma, in borghese, se ne sta al suo fianco lasciandola sbagliare, perché l'amore non deve mai essere rimpianto.


COVER REVEAL COME UN FULMINE A CIEL SERENO di A.L. Jackson

COVER REVEAL
COME UN FULMINE A CIEL SERENO
di A.L. Jackson
Pagine: 460
Serie: Bleeding Stars #3
Prezzo ebook: 3,99 euro
Data uscita: 6 giugno 2018
Disponibile su tutti gli store

Un nuovo romanzo auto-conclusivo di A.L. Jackson, autrice bestseller del NYT e USA Today.

Lei è un meraviglioso incubo e lui un perfido sogno...

Sai cosa si prova subito prima che un fulmine cada? Il modo in cui puoi sentire l'elettricità scorrerti nelle vene? I fremiti di avvertimento che crepitano nell'aria densa? Questa è un'emozione che Tamar King ha inseguito per tutta la vita finché non è diventata proprio la cosa da cui è dovuta fuggire.

Negli ultimi quattro anni, Tamar si è nascosta in un mondo isolato creato da lei stessa. Era al sicuro. Nessuno poteva toccarla. Finché Lyrik West non è piombato nella sua vita.
Lui è il primo chitarrista dei Sunder e tutto ciò che lei non potrà mai avere. Tuttavia, l'oscuro e bellissimo rockettaro diventa l'unica cosa che Tamar desidera ardentemente.

Lyrik ha dedicato la sua vita alla band e il successo che ha raggiunto gli è costato caro. Amareggiato, duro e pieno di rimpianti, si rifiuta di lasciarsi andare di nuovo, ma dall'istante in cui vede Tamar King, non desidera altro che passare una notte di passione con lei.
La splendida barista si rivela essere molto più di quanto si aspettasse. La loro attrazione è irrefrenabile, il loro desiderio travolgente. Basta un solo tocco ed entrambi prendono fuoco.
Ma vale la pena essere bruciati?

Crepitante di emozioni e sfrigolante di passione, la storia di Lyrik e Tamar è così elettrizzante che vi lascerà felicemente soddisfatte, eppure desiderose di averne di più.”
M. Leighton, autrice bestseller del NYT

Temo di non avere abbastanza stelline da dare a una storia magnifica come questa, perché anche il punteggio più alto non renderebbe giustizia a questo libro.” 
Natasha is a Book Junkie

Questa storia vi trafiggerà la mente e il corpo come un fulmine che squarcia il cielo durante una pioggia torrenziale che si abbatte sul vostro cuore. Do a questo romanzo 5 stelline piene e lo consiglio vivamente a tutte.” 
Smokin' Hot Reads

A.L. Jackson è un'autrice bestseller del New York Times e di USA Today. Scrive emozionanti e sensuali storie d'amore che hanno per protagonisti ragazzi che amano essere un po' “cattivi”.
Le sue serie di successo sono The Bleeding Stars, The Regret Series, Closer to You e la recentissima Fight for Me.
Quando non scrive, la si può trovare a rilassarsi a bordo piscina con la sua famiglia, a sorseggiare cocktail con le sue amiche e, naturalmente, con il naso immerso in un libro.

ESTRATTO

«Guarda un po' chi c'è, Red
Accidenti a Sebastian Stone, leader della band di Lyrik, per avermi dato quel soprannome. Cioè, dai, i miei capelli erano rossi. Avrebbe potuto inventarsi qualcosa di più originale di quello.
Il soprannome mi era rimasto.
Ma il modo in cui scivolava sulla lingua di Lyrik? Sembrava uno dei sette peccati capitali. Un peccato per cui avrebbe venduto la sua anima pur di commetterlo.
«Che ci fai qui?» mi costrinsi a dire in tono sarcastico, pregando che avrebbe recepito il messaggio e che se ne sarebbe andato per la sua strada.
Continuò a lanciare la mela per aria.
Tump.
Tump.
Tump.
Con la sua grande e abile mano.
«Sono qui per il gran matrimonio. Cosa pensi che ci faccia qui? E non dirmi che non ti sono mancato.»
«Non puoi sentire la mancanza di ciò che non ti sfiora neppure la mente.»
«Ahi!» Pronunciò quella parola come se non fosse altro che uno scherzo, come se l'idea fosse completamente assurda. La sua risata era disinvolta e sicura. «Hai davvero intenzione di stare lì e dirmi che negli ultimi sette mesi non hai pensato a me nemmeno una volta?»
«Sì, davvero.»
Grossa, grassa bugia.
Una bugia che mi sarei portata nella tomba.
Come se ci fosse la possibilità che io avessi attraversato la sua mente. Anche una sola volta. Questo ragazzo non aveva soltanto l'aspetto da cattivo.
Era cattivo.
Non c'era una sola foto di lui in cui non ci fossero almeno due ragazze avvinghiate al suo corpo, le sue braccia avvolte intorno alle loro spalle e un luccichio lussurioso negli occhi. Per non parlare del fatto che l'avevo visto in azione in più occasioni di quanto riuscissi a contare nel bar dove lavoravo.
Era chiaro che Lyrik West aveva un tipo di ragazza ideale.
Forse all'apparenza sembravo essere il suo tipo. Minigonne e tacchi vertiginosi, trucco pesante, tatuaggi e pizzo.
Ma non ero affatto come quelle ragazze.
Non importava quanto lui si sforzasse di persuadermi ad essere lei.
Lyrik ridacchiò, continuando a fare il suo gioco. Questo ragazzo era assurdamente sexy, così maledettamente splendido che andava a spasso su un carro di presunzione.
Allungava la mano e prendeva tutto ciò che voleva, probabilmente perché era abituato a ricevere tutto su un piatto d'argento ad ogni occasione.
«È un vero peccato, Red» disse, lanciando di nuovo la mela. «Speravo che al mio ritorno, io e te potessimo essere amici
Spalancai la bocca per ribattere con una risposta sprezzante, ma commisi l'errore di riportare gli occhi su di lui. Le parole mi si gelarono sulla lingua. Il mio sguardo, stupido e traditore, scivolò verso l'alto, poi in basso e lentamente di nuovo su. Indossava un paio di jeans neri e attillati, i più stretti che avessi mai visto, e una maglietta bianca con scollo a V ancora più stretta.
Ogni centimetro di pelle scoperta era ricoperta d'inchiostro, un'immensa tela di bellissima arte incisa su un uomo minacciosamente bello.
Sapevo che se si fosse strappato di dosso quel sottile pezzo di tessuto, avrei visto che anche la sua schiena era ricoperta di tatuaggi.
Sotto quell'inchiostro intricato e stravagante si celavano sodi e massicci muscoli.
Quell'attrazione da cui scappavo da mesi scivolò calda e lenta nelle mie vene, e questa smaniosa sensazione che odiavo travolse i miei sensi.
Dio, questo ragazzo stava facendo di tutto per farmi infrangere le promesse che mi ero fatta.
Non volevo questo. Non volevo soccombere al fascino e alla seduzione. Non volevo ammettere che mi faceva provare cose che non volevo provare.
Cose che non sentivo da molto, molto tempo.
Cose pericolose.
I suoi occhi scuri seguirono il movimento della mia gola che tremò e ballonzolò su e giù mentre lo guardavo torva, cercando di fingere che non fossi turbata.
Sfrontatamente, lui allungò la mano. I suoi polpastrelli callosi scivolarono lungo l'incavo del mio collo fino alla clavicola, come se non potesse fare a meno di sfidarmi.
Avrei dovuto essere disgustata. Ma sapevo che quei calli erano il risultato di anni passati a suonare le corde della sua chitarra, forgiati nella musica che creava.
Il formicolio divampò come un incendio.
Quell'energia vibrò.
Tremai.
«Che ne dici, Red? Ti va di essere amici?» mormorò, la voce una vera e propria tentazione mentre abbassava la testa verso di me.
Mi staccai da lui e mi costrinsi ad emettere uno sbuffo incredulo. «Non montarti la testa, rockstar.» Lo dissi come se fosse una parolaccia. «Non tutte le ragazze cadono ai tuoi piedi.»
Lanciò di nuovo la mela in aria e l'afferrò con la mano, prima di portarsela alla bocca e darle un grosso e rumoroso morso. Masticò, e quel maledetto sorrisetto riapparve sulla sua bocca, piegando le sue rosse labbra in un arco voluttuoso. «Sei sicura di non volere un assaggio?»
Era un'allusione sessuale a tutti gli effetti.
«Preferisco morire di fame.»
Lui scoppiò in una risata. «Vuoi sapere cosa penso?»
«No.»
Decisamente no. Questo era il momento di fuggire.
Feci un passo indietro, il corpo teso.
Lui ne fece uno in avanti, invadendo il mio spazio, piegando la testa verso la mia man mano che si avvicinava. Si abbassò finché il suo naso quasi sfiorò il mio e la sua voce divenne roca. «Penso che tu muoia dalla voglia di avere un assaggio. Penso che la tua boccuccia insolente abbia l'acquolina e che il tuo stomaco stia brontolando per la fame. E credo che per toglierti finalmente quel bastone che hai su per il culo, tutto ciò di cui hai davvero bisogno sia un assaggio di cosa significa essere veramente soddisfatta
Sollevai il mento con aria di sfida nello stesso istante in cui raddrizzai le spalle, e indossai la mia dura e rigida armatura. «E cosa ti fa pensare che saresti in grado di soddisfarmi?»
Il suo sorriso divenne spavaldo quando raddrizzò la schiena e diede un altro morso alla mela. «Hai abbastanza coraggio da scoprirlo?»
La mia bocca si spalancò, e cercai di trovare una risposta nel mio cervello annebbiato, un modo per zittirlo e scoraggiarlo.
Lui lo definiva coraggio.
Io lo definivo stupidità.
Sorrise in modo compiaciuto, si infilò una mano in tasca e tirò fuori un biglietto da cinque dollari. «Non fare quell'espressione così sconvolta, Red. Basta che tu dica di no.»
Ammutolita, non riuscii a dire nulla.
Lui spostò l'attenzione sull'uomo che vendeva le mele e gettò la banconota sul tavolo da esposizione.
«Deliziosa.»
Mi rivolse un occhiolino.
Ebbe davvero la faccia tosta di farmi l'occhiolino.
Si voltò e si allontanò nella stessa direzione da cui era venuto, e la sua orribile, orribile promessa fluttuò nella brezza mentre mi salutava con la mano senza girarsi indietro.
«Ci vediamo in giro, Red.»
Fui certa di sentire la terra tremare sotto i miei piedi.

Recensione: L'amante tedesco di Luna Amaranto

Care lettrici Aurelia ci parla di L'amante tedesco scritto da Luna Amaranto, edito da Santelli Editore

Titolo: L'amante tedesco
Autore: Luna Amaranto
Editore: Santelli Editore
Genere:
Pagine: 242
Costo: ebook 4.99€ cartaceo 15.42€

Trama:
Provenza, giugno 1940.

In un piccolo paesino della campagna francese Gemma è sposata con un uomo che non ha mai amato e vive insieme all’odiosa suocera.
Suo marito è partito per la guerra e in mezzo all’esplodere degli eventi, come l’improvviso bombardamento di Parigi e l’avvicinarsi della Repubblica di Vichy, si sente sempre più sola e costretta a sottostare alle rigide regole domestiche e all’atmosfera soffocante della guerra.
A soli diciotto anni non ha mai conosciuto né l’amore né la passione, ma l’improvviso arrivo dell’ufficiale tedesco Ian Weber cambierà di netto la sua vita. 
L’aitante uomo dai freddi tratti nordici nasconde una sfavillante fiamma di desiderio dentro al suo cuore. Il tipico uomo bello e maledetto, reso ancora più dannato dalla sua spietata origine, la condurrà a provare sensazioni mai conosciute.
E sarà allora che la passione scoppierà fra i due protagonisti.

Recensione:
l’amore non ha confini, non possiede colore, né numeri, né razze. L’amore culla soltanto la forza di sopravvivere al tempo e allo spazio, anche a qualsiasi guerra o ideale.

L'amante Tedesco è stato un romanzo che mi ha regalato momenti divertenti, ma altrettanti tristi e intrisi di sofferenza. Gemma a soli 18 anni si ritrova sposata con un marito che non ama, un uomo alquanto freddo e ostile. Dopo poco tempo parte per la guerra, parliamo del periodo in cui la seconda guerra mondiale imperversa tra le strade francesi. Lei vive con sua suocera in Provenza, una donna austera e meschina che la umilia in continuazione; come faccia Gemma a sopportare tutto ciò, non lo so, ma la sua forza di volontà di non rispondere a tono a questa megera è qualcosa di unico. Le sue battute, che silenziosa dice dentro se stessa sono esilaranti. Un giorno, bussa alla loro porta Ian Weber, un soldato tedesco che è arrivato per proteggere la loro casa.
Gemma appena apre la porta si ritrova questo aitante bellissimo ragazzo dagli splendidi occhi azzurri, alto e attraente, la razza ariana perfetta, ma lui non è perfetto, il suo passato da donnaiolo lo precede, come anche uomo dal cuore di ghiaccio. Fin da subito tra loro sarà qualcosa di fenomenale, battute sarcastiche a doppio senso daranno spettacolo, ma Gemma è sposata, suo marito è in guerra e potrebbe non tornare mai più, e lei lo spera con tutta se stessa, si avete capito bene, lei spera che il marito non torni più, perché lui è qualcosa di ripugnante.

I suoi pensieri sul marito saranno qualcosa che vi farà morire dal ridere… Ma è Ian, l'uomo di ghiaccio, il soldato, quel ragazzo bellissimo, che farà breccia nel suo cuore. I loro battibecchi li porteranno a essere qualcosa di più.
L'attrazione tra loro è forte, ma Gemma è sposata, il suo matrimonio è tra quelli che rientrano in quelli di convenienza, non ama suo marito, ma è attratta in modo incredibile da Ian.
E lui? Lui è un soldato, prima o poi andrà via, lui non si lega mai a una donna, lui le donzelle le usa solo ed esclusivamente per appagare i suoi sensi, e poi la suocera è sempre in casa, la servitù è sempre attenta, ma nonostante tutto riusciranno a ritagliarsi attimi fuggevoli solo per loro. Non potrete mai immaginare cosa accadrà pagina dopo pagina a Gemma ma anche ad Ian.
Più la storia proseguiva più provavo ansia, tristezza, amarezza, rabbia. Ho sentito sulla mia pelle cosa la povera e ingenua Gemma dal cuore d'oro è costretta a subire, sì perché Gemma è speciale, simpatica, dolcissima e forte dentro.
Un punto di forza molto importante a quei tempi, dove la donna ancora non aveva acquisito la sua posizione, è il fatto che è spensierata, il suo essere lingua lunga, ma anche accondiscendente al momento opportuno, anche se dentro se stessa sta scoppiando, mantiene una facciata di ragazza tranquilla per bene, anche se mai apprezzata.
Ciò che la mente umana riesce a partorire è qualcosa di abominevole, ciò che sarà costretta a subire è qualcosa che non si può descrivere. Siamo nel 1940 e nonostante il Fuhrer voglia che a esistere sia solo la razza ariana, in una guerra dove la morte è pane, ci sono uomini ben peggiori dei soldati, dei nazisti, perché l'odio, il raggiungere i propri scopi non conosce né razze né religione, un uomo che nasce e cresce marcio non potrà mai cambiare. Per quanto all'inizio del romanzo mi sia divertita, quello che c’è dopo dona al romanzo un gusto amaro. La sofferenza e la tristezza mi hanno accompagnata nel percorso degli anni di Gemma, fin quando tutto regala qualcosa di dolcissimo dall’odore profumato di lavanda, che fa da sfondo a un finale bellissimo.

Complimenti Luna 

Aurelia

lunedì 21 maggio 2018

Anteprima: The Best Man di A. S. Kelly

Vi presentiamo in anteprima: The Best Man il nuovo romanzo di A. S. Kellyin uscita  l'8 giugno 2018.


Titolo: The Best Man
Autore: A. S. Kelly
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 534
Data di pubblicazione: 8 giugno 2018
Prezzo eBook: 2.99 euro

Trama:
Arrivo sempre al momento sbagliato. Non so sfruttare la situazione, non so dire la cosa giusta, non so quando entrare o uscire di scena. Chiamiamolo pure tempismo di merda. Non sono uno che brilla per le sue idee geniali; sono un uomo pratico, un lavoratore, uno che vive per la sua famiglia e per l’aria che lei respira. Peccato che lei non lo abbia mai saputo e che io abbia atteso tutti questi anni per farmi avanti. Inutile dirvi che era già troppo tardi e che ho combinato l’ennesimo disastro. L’ho costretta a tornare a casa ma non le chiederò di restare neppure questa volta, neanche se fossi l’amore che l’aspetta da sempre. Perché lei non appartiene a questo posto. Perché lei non appartiene a me. Mi chiamo Alex Brennan e questa è la storia di come capisci di aver perso la cosa più importante della tua vita senza averla mai avuta. “Non te lo chiederò mai, Ellie.” Sono un idiota, ma lo faccio lo stesso, perché la amo più di quanto amo l’idea di noi due insieme. “Non ti chiederò di tornare.” Lascio andare il suo viso e faccio un paio di passi indietro. “Perché?” “Lo sai perché” le dico e dal modo in cui i suoi occhi diventano enormi e senza via di scampo, capisco che lei la mia risposta la conosceva già.
Estratto
Io guardo solo lei, perché lei è l’unica cosa che vale la pena guardare e non parlo solo di questo giorno. Parlo di tutti i giorni che mi sono gettato alle spalle a fatica, di quelli che ho rubato a me e a lei, di quelli in cui lei è stata guardata da qualcun altro, di quelli che ho sprecato e di quelli che ho cancellato. 
E parlo di tutti quelli che vorrei.


Booktrailer


Bio Autrice
A. S. Kelly è nata in Italia ma vive in Irlanda con il compagno, due bambini e un gatto di nome Oscar.Appassionata di letteratura inglese, amante della musica e dipendente dal caffè, trascorre le sue giornate in una cittadina a Nord di Dublino, cercando ispirazione per le sue prossime storie.


Pubblicazioni
Rainy Days, Four Days #1
Sweet Days, Four Days #2
Bad Days, Four Days #3
Lost Days, Four Days #4

Ian, O'Connor Brothers #1
Ryan, O'Connor Brothers #2
Nick, O'Connor Brothers #3
Jamie, O'Connor Brothers #4
Evan, O'Connor Brothers #5

Recensione: Perché la notte appartiene a noi di Amabile Giusti

Carissime, oggi Fabiana vi parla del nuovo romanzo di Amabile Giusti, Perché la notte appartiene a noi, edito da Amazon Publishing in uscita il 22 maggio.

Titolo: Perché la notte appartiene a noi
Autore: Amabile Giusti
Editore: Amazon Publishing
Costo: 3,99 € - 9,99€
Genere: Contemporary romance
Pagine: 292

Trama:
La luce dell’aurora e il gelido buio dell’Alaska: sono Mira e Kade

L’inverno in Alaska è spietato: lo sa bene la giovane Mira Kendall che non si è mai allontanata da Noweetna, un villaggio di trecento anime. Per affrontare il buio perenne di quelle latitudini, la ragazza si è creata un piccolo mondo interiore ricco di luce: legge tantissimo, colleziona fiocchi di neve e sogna di vivere un grande amore romantico.
L’arrivo di Kade scuote ogni suo equilibrio. Lui è un trentenne tanto bello quanto inquietante: ha i capelli lunghi, un occhio verde e uno nero, strani tatuaggi perfino sul viso e sulle mani, e un pessimo carattere. Non socializza con nessuno, vive da solo su una vecchia barca arenata e nasconde di sicuro un terribile segreto.
Impossibile per loro non incontrarsi, così com’è impossibile per Mira non trovarsi combattuta fra due emozioni opposte. Una parte di sé disapprova Kade per i suoi modi sgarbati, e l’altra è irresistibilmente attratta dal suo fascino feroce e dal mistero che lo avvolge.
Lentamente, l’iniziale reciproca antipatia si trasforma in un sentimento inatteso, tanto profondo da travolgerli entrambi. Ma Kade ha troppe cose da nascondere. Quando il suo passato torna a minacciarlo, diventa necessario fare una scelta dolorosa che potrebbe separarli per sempre.
Una storia passionale e sensuale sullo sfondo di una terra selvaggia, fra due anime più affini del previsto, dapprima ostili, dubbiose, rabbiose, e poi follemente bisognose, gelose e affamate d’amore.

Recensione:
Sono giorni che cerco di raccogliere le idee per scrivere la recensione di questo romanzo e vi garantisco che sono in grave difficoltà. Nessuna mia parola renderà giustizia a questo romanzo perché questo romanzo è IL ROMANZO che mi ha tenuto sveglia tutta la notte, che mi ha fatto arrivare in ritardo al lavoro, che mi ha fatto piangere, arrabbiare, a volte sorridere. Quando un libro ti regala una ridda infinita di emozioni tante quante sono le sfumature di un arcobaleno credo non possono esserci frasi adeguate per raccontarlo senza farvi spoiler. E' un libro che dovete assolutamente leggere, in cui, ancora una volta, l'autrice ha superato se stessa pur restando sempre la solita Amabile con la sua scrittura densa di immagini, così bella e intensa da dipingere un quadro attraverso le sue parole.
Stavolta ci porta in Alaska e già così ha fatto bingo perché amo leggere storie in paesaggi diversi e particolari. Il piccolo paesino di Noweetna e un villaggio di trecento anime pettegole e curiose che alle spalle dei protagonisti vivono e si muovono stringendosi intorno a loro dando una pittoresca immagine di questo luogo un pò chiuso e ristretto.

Anche se ho dato una nuova direzione alla mia vita, certe tempeste rimangono dentro e i ricordi non si cancellano. Ma non mi aspettavo tanta invadenza...

I due protagonisti della storia, Mira e Kade, non potrebbero essere più diversi e al tempo stesso qualcosa li lega profondamente, qualcosa che affonda radici e denti nel loro passato. 
Mira è come la luce dell'Aurora, un fiocco di neve in mezzo a questo mondo pieno di cattiverie. Lei è buona, sopporta il peso del mondo sulle sue fragili spalle, animata dalla speranza che un giorno qualcosa potrà cambiare anche per lei. Anche se la vita con lei non è stata per niente generosa e continua a schermirla e ferirla a più riprese. E' buona e si preoccupa per tutti, ma al tempo stesso Amabile le ha regalato un bel caratterino e una forza d'animo che tirerà fuori nei momenti giusti, e mentre il cuore soccombe, lei riesce comunque a tenersi in piedi.

Una cosa bassa, secca come un chiodo, coi capelli tanto neri da sembrare fatti dello stesso buio che strangola le notti qui in Alaska, spesso legati in due trecce a dir poco ridicole.

Kade è lo sconosciuto che arriva all'improvviso in questo piccolo luogo ristretto inghiottito da una notte quasi perenne, portando scompiglio e una ventata di chiacchiere. L'uomo è di una bellezza sconcertante e al tempo stesso inquietante, silenzioso, a tratti sgarbati, rozzo, un pò animalesco. Insomma di lui si potrebbe scrivere un romanzo parallelo solo per parlarne, ma nulla renderebbe giustizia a questo personaggio così complesso con un bagaglio passato ingombrante e tormentato. Nulla riuscirebbe a descrivervelo meglio con i suoi modi sgarbati, i suoi pensieri da uomo delle caverne, i suoi istinti primordiali come c'è riuscita Amabile attraverso le sue parole. 
Un personaggio che vi colpirà sicuramente perché l'autrice ha osato molto ma molto di più di quanto avesse già osato con Marcus di Tentare di non amarmi. 
E lasciatemelo dire ma anche stavolta Amabile ha superato se stessa nel migliore dei modi, regalandoci un personaggio che sa essere gretto, rude eppure vi farà stringere il cuore e ve lo scioglierà lentamente come fa il sole con una nevicata.
Kade è l'altra faccia della medaglia, quella parte buia e oscura dell'Alaska che non potrete fare a meno di amare.

«Ci sono cose passeggere che restano passeggere. Considerami come un grosso, bastardo, fiocco di neve che non potrai mai, in alcun modo, ridurre a una cianfrusaglia di plastica. Non fare piani e non progettare trappole. Io mi scioglierò molto presto. Nel frattempo, non innamorarti di me. Credimi, sarebbe un pessimo affare.»

E poi c'è quello che sono loro due, Mira e Kade, quando sono insieme, uniti da una chimica inspiegabile e unica che li fa volare lontano, nonostante mille segreti si nascondono da ambo le parti. Sono così vicini pelle contro pelle, nonostante a parole continuino a essere lontani, distanti, ma come gli sa leggere, a volte, Mira dentro il passato è qualcosa di sconcertante. 
Le strinse il viso fra le mani, le tolse il cappello facendolo cadere in mezzo alla neve, e infilò le dita fra i suoi capelli serrandoli in un pugno.

In questo meraviglioso libro, reso indimenticabile da personaggi sublimi e paesaggi diversi, quello che si staglia nitido è ancora lo stile inconfondibile di Amabile Giusti, che riesce a mettere poesia pure quando parla di un uomo come Kade, un uomo rude e senza amore, pur senza snaturarlo e renderlo irreale. Anzi tutt'altro, anche stavolta, le è uscito un personaggio a tutti gli effetti reale e credibile, ma nonostante le crudezze di modi e di parole che escono dalla bocca di Kade è riuscita a farmelo amare e a dargli quella umanità imprescindibile in un romanzo in cui i personaggi crescono piano piano, a mano a mano che si disvelano sotto i nostri occhi attenti e curiosi.
Alcuni passaggi della storia mi hanno fatto piangere come una fontana perché inevitabilmente mi sono rispecchiata nella protagonista chiedendomi come mai avrei fatto a superare da sola tutto questo...

Per te tutto è sesso e squallore. Tutto è prendere e rompere. Il tuo cuore è fermo come un albero fossile. Vedi, Kade, il fatto di aver vissuto nel fango non ti autorizza a infangare il resto del mondo. C’è anche l’amore, là fuori: non lo provo io, non lo provi tu, e probabilmente nessuno lo ha mai provato per noi, ma io voglio continuare a credere che esista.

e come dice Amabile nel romanzo, «Ci sono molti modi per viaggiare.» e lei con questo romanzo ha fatto fare gli straordinari alla mia fantasia, portandomi attraverso le sue pagine verso questi luoghi incantati e sconosciuti. Facendomi viaggiare non solo nello spazio, ma ben più importante nelle emozioni di questi protagonisti che sono diventate le mie per il tempo di questo romanzo. 
Un bellissimo romanzo in cui si impara ad andare oltre alle apparenze. Io vi invito a scoprire come mai la notte appartiene a noi, tuffandovi immediatamente in questo romanzo che vi resterà inciso sulla pelle come un tatuaggio.

Complimenti Amabile per questa incredibile prova di bravura, ora aspetto con ansia il tuo prossimo romanzo chiedendomi cos'altro saprai regalarci ancora per farci andare il cuore in gola.

Fabiana

Recensione: DIABLO di F.G. Haghenbeck

Cari lettori, Anita vi parla di un nuovo thriller edito dalla Newton Compton: DIABLO di F.G. Haghenbeck. Da questo libro è nata la serie su Netflix.

Titolo: DIABLO
Autore: F.G. Haghenbeck
Editore: Newton Compton
Genere: Thriller
Pagine: 161
Costo: €. 3.99 ebook; €. 8.50 copertina rigida

Trama:
Dietro il mercato nero degli esorcismi si cela un mondo pericoloso e spietato. Dopo la morte del fratello posseduto da un demone, Elvis Infante è diventato un diablero e si guadagna da vivere dando la caccia a ogni sorta di creatura ultraterrena, per poi venderla al mercato nero. Ma la sua ultima missione sembra diversa da tutte le altre. Nella squallida periferia di Los Angeles si troverà ad affrontare un gigolò travestito da prete, la mafia internazionale, veterani di guerra degli Stati Uniti e una spietata assassina. Elvis scoprirà che il gioco in cui si è andato a cacciare è molto più grande di lui e ci sono fili che dirigono i suoi movimenti senza che se ne accorga. Da questo libro la serie su Netflix.


Recensione:
"Il diavolo è un mito conveniente, inventato dai veri distruttori del mondo"

La copertina di questo libro rispecchia l'atmosfera cupa e surreale in cui il lettore si ritrova coinvolto leggendo le storie narrate in questo romanzo.
Difatti l'autore ha voluto intrecciare le sorti di due uomini in particolare, un cacciatore di demoni e un prete, portando a conoscenza il lettore, con vari salti temporali, delle vicende che li hanno portati ad incontrarsi.
Elvis Infante, diablero di professione (un moderno cacciatore di demoni), ha un passato turbolento che lo ha segnato profondamente e uno stile spiccatamente singolare nei modi e nei dialoghi, che lo rende un personaggio unico nel suo genere.
Padre Benjamin del tradizionale sacerdote ha solo il titolo, poiché la sua condotta altamente immorale, i suoi vizi e l'assoluto egocentrismo che lo contraddistingue, fanno di lui un personaggio atipico e particolarmente sgradevole.
Le situazioni descritte nel corso del romanzo sono molteplici, ci si ritrova a riflettere sulla natura dell'animo umano, con i suoi pregi e i suoi difetti,  sui vari dogmi imposti dalla fede e su quanto poco, a volte, si addicano alla realtà della vita vissuta.

"Cioè, lei aveva... le corna e la coda?"
"No, amico mio. Era cubana. Ma non fa differenza, man. Uomini o demoni, l'aspetto è davvero importante
quando si tratta di bastardi che divorano vite? Quando vidi un diavolo vero, non mi fece nessun effetto. Lei era più intelligente."
"Quindi tu credi che il diavolo sia obsoleto?"
"Noi umani lo abbiamo superato, e non di poco!"


Il ritmo della narrazione è quasi frenetico, i continui salti temporali e il contemporaneo cambio di punti di vista nella narrazione degli eventi mi hanno creato qualche difficoltà nella lettura che ho trovato poco scorrevole.
In compenso l'autore è stato in gamba a creare tensione e suspence nella narrazione delle scene di azione e in quelle più cruente, mitigate spesso dalla dirompente personalità di Elvis.

Un libro che va letto con particolare attenzione e consigliato a chi non si lascia impressionare facilmente da scene di guerra, demoni raccapriccianti ed esorcismi.

Anita


Review party: Tutto di noi di Laura Gay

Cari lettori oggi ospitiamo il Review party di Tutto di noi di Laura Gay, edito da Newton Compton. 
Fra ci racconterà della storia d'amore di Joe Santini, un famoso pugile con Bianca Corradi, universitaria in giurisprudenza e nipote di un lord inglese.

Titolo: Tutto di noi
Autore: Laura Gay
Editore: Newton Compton
Pagine: 192
Costo eBook: 1,99
Genere: Romance Contemporaneo
Uscita: 15 maggio 2018

Trama:

Joe Santini è un famoso pugile, campione mondiale nella categoria dei pesi massimi. È conosciuto per la sua cattiveria sul ring, per gli scandali e perché esce ogni sera con una donna diversa.

Bianca Corradi studia giurisprudenza all’università. All’apparenza è una ragazza fredda e un po’ rigida, che vive sotto l’ala protettrice dello zio, un autoritario lord inglese. Bianca è fidanzata con un uomo molto più anziano di lei, che occupa una posizione di prestigio all’Ambasciata britannica. Da quando, ancora adolescente, è stata sedotta e ingannata, ha deciso di tagliare fuori l’amore dalla sua vita e ha optato per una relazione di convenienza, scegliendo una persona che le garantisse la sicurezza di cui ha bisogno e che avesse l’approvazione dello zio. Non vuole complicazioni nella propria esistenza. Per questo motivo, quando incontra l’affascinante pugile, idolo di tutte le donne, tutto ciò che desidera è stargli alla larga.

D’altro canto, Joe è allergico ai legami duraturi e non è per niente in sintonia con quella ragazza austera, che lui considera ricca e viziata. Ma niente è come sembra e forse Bianca non è solo la morigerata nipote di un aristocratico, ma una ragazza passionale… E Joe sa quali tasti toccare per farla sentire se stessa.


Laura Gay

vive a Genova. Ha pubblicato vari romanzi e racconti. Collabora col blog La mia biblioteca romantica e ha gestito una rubrica di consigli di scrittura creativa su Insaziabili Letture. Per la Newton Compton ha pubblicato il romanzo Mille notti di te e di me, un successo del self-publishing, Tutto per te e Sole mare e amore, in ebook.


Recensione:
Uno dei generi che preferisco delle mille sfumature del rosa sono gli sport romance, perché l'ambiente sportivo è un ambiente duro, competitivo e che richiede dedizione e impegno, i suoi protagonisti sono solitamente testardi, orgogliosi, passionali e determinati che unito allo sport ti fanno sognare e provare empatia per loro emozionandoti per i loro successi e "piangendo"  per le loro sconfitte.
Quando ho letto la trama ero molto curiosa di leggere la storia di Joe e Bianca, mi sono quindi tuffata nel mondo del pugilato piena di entusiasmo.
Joe "Dinamite" Santini è Angloitaliano viene da un contesto sociale difficile ed è cresciuto nei bassifondi ha incanalato tutta la sua rabbia e la frustrazione di cui la vita lo ha fornito in uno sport duro, violento ma controllato, potente ma con agilità, di forza ma usando la testa, uno sport che è si di forza ma anche molto mentale perché un pugno senza una buona previsione dell'avversario è come acqua nel mare: inutile, uno sport che ama e che lo ha reso celebre, uno sport che lo ha salvato, togliendolo dalla strada e dai problemi dandogli uno scopo.

Campione mondiale dei pesi massimi Joe è un uomo che seppur soddisfatto di sé come atleta nella vita è irrequieto, un classico bad Boy; sesso, alcol e casini minano la sua carriera di sportivo.
Bianca è una giovane donna italoinglese di buona famiglia, ex debuttante, elegante, composta apparentemente glaciale, studentessa universitaria, nipote di un conte e fidanzata modello.
Cosa ci azzecca un pugile tamarro e una principessa / folletto?



Corrugò la fronte e lesse distrattamente il titolo in prima pagina: 
IL PUGILE E LA LADY. AMORE A PRIMA VISTA? 
Sbatté le palpebre, confusa. «Cosa diavolo…?» 
«Perché non mi hai detto di essere stata immortalata dai fotografi insieme a Joe Santini?

Apparentemente nulla in comune se non una forte attrazione che li metterà entrambi in discussione, che li  farà uscire dalle loro abitudini e dalla loro zona di confort.

È un romanzo con un linguaggio molto esplicito che sfiora il dirty talking e non adatto a un pubblico giovane, non nego che nonostante la loro storia mi abbia appassionata la parte osé predomina sulla storia togliendo spessore, e facendo un pò perdere di vista la storia.

Pareva un piccolo folletto dispettoso piuttosto che una donna sensuale come quelle che era solito frequentare. Però aveva un’aria acuta e intelligente che lo aveva colpito subito. Per un istante si chiese come sarebbe stato sottomettere alle sue voglie una ragazza come quella, ma scacciò immediatamente quel pensiero sciocco e inopportuno.

Il libro nonostante sia leggero e piccante sfiora temi molto importanti, gli abusi  e le manipolazioni che siano di tipo mentale o fisico, l'abbandono dei genitori, l'inadeguatezza di certi genitori, e le colpe dei genitori che ricadono sui figli, i traumi che ci trasformano creando traumi e corazze.

Bianca annuì lentamente. Joe era cresciuto in un ambiente lontano anni luce dal suo, forse era questo che la intrigava di lui. La sua forza, la sua caparbietà. E l’orgoglio che gli leggeva negli occhi. Si chiese come fosse vivere nei bassifondi, a stretto contatto con la violenza.

Mi è piaciuto molto il messaggio che lo sport può essere una salvezza, un faro, qualcosa che ti permette di sfogarti e in questo libro gli è stato dato il giusto rilievo non un miracolo piovuto dal cielo ma sudore e fatica, costanza e sacrificio che rendono difficile da raggiungere il successo ma facilissimo nel poterlo perdere quando la testa non è più in perfetta sincronia con  corpo.
Il libro parla anche di apparenze compostezza che invece nasconde passione e libido e sregolatezza che invece nasconde fragilità.
Non vi racconto di più perché ci sono parecchie cose da scoprire, apparenze, segreti e una sottile vena thriller.
Buona lettura!


Fra


sabato 19 maggio 2018

Recensione: Dirty (Dive Bar Series # 1) di Kylie Scott

Care lettrici oggi vi parlo di: Dirty, primo libro della serie Dive Bar, spin-off della The Lick Series, una autrice che amo perdutamente! Si parlo di lei, della mitica Kylie Scott. Ritornata in Italia con questa nuova avventura, grazie alla Newton Compton.

Titolo: Dirty (Dive Bar Series Vol. 1)
Autore: Kylie Scott
Editore: Newton Compton
Costo ebook:5,99 €
Prezzo cartaceo:  9,90 €
Pagine: 320
Genere: Contemporaneo hot

Trama:
Dive Bar Series

L’ultima cosa che Vaughan Hewson si sarebbe aspettato di trovare nella casa in cui ha trascorso l’infanzia è una sposina con il cuore spezzato. Nella sua vasca da bagno, per giunta. Lydia Green ha scoperto che l’amore della sua vita l’ha tradita persino alla vigilia delle nozze. E per giunta con il testimone. Il colpo di grazia, per lei. E così è scappata e si è nascosta in quella casa, troppo sconvolta per pensare a cosa avrebbe fatto nel caso in cui fosse tornato il proprietario. Vaughan è l’esatto opposto dell’uomo perfetto e rispettabile con il quale Lydia stava per sposarsi. È un musicista ma si mantiene con un lavoretto in un bar che gli consente a stento di sbarcare il lunario. Eppure, fidarsi delle apparenze non ha portato Lydia a trovare la felicità… Tutt’altro. Forse, allora, è il caso di cominciare a prendere decisioni col cuore invece che con il cervello. E finalmente, a lasciarsi un po’ andare…
Una sposa tradita e in fuga si nasconde nella casa di un affascinante sconosciuto…

«Questa autrice ci regala passione pura, incontenibile energia e uno straordinario umorismo che ci rende dipendenti dai suoi libri.» 
RT Book Reviews 

«Nessuno descrive cattivi rocker tatuati e dannatamente sexy come Kylie Scott! Ho divorato ogni deliziosa pagina di questo libro sexy, divertente e sorprendentemente dolce. Preparatevi a innamorarvi di Vaughan.» 
Emma Chase 

«Una scrittura pazzesca, divertente da morire e così tenero da riuscire a farvi arrossire.»
Katy Evans 

Biografia:
È un’autrice bestseller del «New York Times» e «USA Today», da sempre appassionata di storie d’amore, rock’n’roll e film horror di serie B. Vive nel Queensland, in Australia, legge, scrive e non perde troppo tempo su internet. La Newton Compton ha pubblicato la Lick Series: Tutto in una sola notte, È stato solo un gioco, Nessun pentimento, Doppio gioco e la novella I disastri del cuore. Con Dirty si apre la nuova Dive Bar Series.


Recensione:
Dopo aver finito  l'ultimo capitolo degli Stige  (il romanzo di Ben) mi ero infatuata di  Vaughan chitarrista/bassista di una band amica degli Stige e non  vedevo l'ora di poterlo leggere, ero scoraggiata perché non sapevo se avrebbero acquistato o meno i diritti e con un amica ho cercato di leggerlo in lingua. È stato un fallimento. Il libro fin dalle prime pagine faceva capire che sarebbe stato una bomba ma io e l'inglese non andiamo particolarmente d'accordo e ho rinunciato... Quando dai rumors si è saputo che in tempi brevi arrivava con Newton Compton ve lo dico ho pianto di gioia!
Come è arrivato mi sono tuffata a pesce e fin dalle prime pagine ho riso come una pazza, la Scott ha una grandissima capacità di descrivere in maniera molto vivida situazioni tragicomiche e iniziare il libro con una sposa in fuga è stato a dir poco esilarante, sì, perché Lydia sta per sposarsi... e non fra tre giorni, lo sta per fare proprio adesso! 
 Cosa succede se poco prima di sposarti ricevi un video che dimostra il tradimento del tuo futuro sposo?  E se il tradimento è con il testimone? Sì, avete capito benissimo il testimone, non la testimone.
Lydia è una donna a modo, trattenuta, contenuta, posata, buona e ingenua, figlia non proprio desiderata di genitori egoisti e in carriera che non l'hanno mai considerata, non domanda la luna ma cerca nel suo compagno stabilità e sicurezza e credeva di averla trovata in Chris, finché il suo mondo scoppia rivelandole che era tutta un illusione.
Vaughan era il bassista dei Down Fourth band che ha raggiunto l'apice del successo e poi è scoppiata per le ambizioni del cantante, si ritrova "ad aver perso il Nord" e cosa si fa in questi casi? Si ritorna a casa! 
Ma cosa succede se nella tua casa natale, da tempo disabitata ti ritrovi una sposa in lacrime, nella tua vasca da bagno? E tu sei pure nudo?
Potete ben capire che questo libro lascia spazio a molte gag, a molto pepe ma anche a tanto altro, con quello stile pazzesco che contraddistingue la Scott conosceremo la loro pazza storia che nasconde fragilità, sensi di colpa, insicurezze e traumi, raccontato attraverso agli occhi di Lydia e ci introduce al Dive Bar.
Il Dive bar è un istituzione, un bar storico della città natale di Vaughan e sua sorella è una dei soci, la storia primaria racconta di Lydia e Vaughan ma ci introduce un sacco di personaggi importanti e interessanti che ruotano intorno al Dive Nell la sorella di Vaughan, Erik, Joe, Pat e Andre alcuni di loro saranno i prossimi protagonisti di questa fighissima serie!

Sentii la gamba che mi scivolava, e mi lasciai scappare la clamorosa parolaccia con la c, convinta di averla sussurrata tra me e me. 
 «Non dovresti dire quella parola! Mamma dice che non sta bene». 
«Sì, è vero, hai ragione, è una parolaccia, chiedo scusa». 
«Non fa niente. Mamma dice che non sei stata educata come si deve, e che quindi dobbiamo cercare di sor…di sovv…di sorvo…». Aggrottò le sopracciglia, contrariata. «Di sorvolare?»
 «Sì. Davvero sei cresciuta in una stalla? Vivere in mezzo agli animali dev’essere divertente». Ah, bene. Ecco cosa succede a lasciare che dei ricchi spocchiosi e stronzi crescano dei figli. La sorella di Chris era la regina della puzza sotto il naso. Tutta la sua famiglia era ai suoi livelli, a essere sinceri.

Inutile dire che mi è piaciuto un casino, è un viaggio il loro, metaforico in cui entrambi devono crescere e mettersi in discussione uscendo dalla zona di confort/limbo in cui entrambi in maniera diversa si sono relegati, ma se Lydia è compassata e Vaughan è selvaggio entrambi sono bloccati emotivamente, entrambi indossano maschere, tranquillità dove c'è il mare in tempesta e tempesta dove invece c'è  smarrimento. Il loro incontro scontro li mette su un piano inclinato come la famosa pallina, comincia a scendere, e per quanto impercettibile sia l’inclinazione, inizia correre e correre sempre più veloce. Fermarla, è impossibile. Ma per fortuna gli uomini non sono palline: basta un gesto, un’occhiata, una frase qualsiasi a fermare il corso delle cose. O per mutarle.
Ma per farlo ci vuole molto coraggio, perché bisogna scavare dentro di sé, superare paure, traumi e fidarsi ancora... Anche in questo volume la Scott ha scritto delle imprecisioni rispetto a come si concludeva l'ultimo capitolo della serie :D ma niente che comprometta la bellezza del testo.
Venite a leggere questo primo capitolo del Dive bar non ve ne pentirete! E se non vi ho ancora convinti, ci verrà a trovare anche una nostra vecchia conoscenza in questo mitico bar, Pumpkin vi dice nulla?


Fra