mercoledì 3 gennaio 2018

Recensione: Non ho tempo per amarti di Anna Premoli

Carissimi, oggi Fabiana vi parla del nuovo romanzo della PremoliNon ho tempo per amarti edito da Newton Compton, che ci racconta le vicende amorose di una scrittrice di romance storico che avete già intravisto nel romanzo

Titolo: Non ho tempo per amarti

Autore: Anna Premoli
Editore: Newton Compton
Pagine: 252
Genere: Romance contemporaneo
Prezzo: 5.99

Trama: 
Coinvolgente, romantico, divertente, poetico!
Numero 1 nelle classifiche italiane


Julie Morgan scrive romanzi d’amore ambientati nell’Ottocento. Di quell’epoca ama qualsiasi cosa: i vestiti lunghi, gli uomini eleganti, le storie romantiche che nascono grazie a un gioco di sguardi o al semplice sfiorarsi delle mani… L’unica cosa che salva del mondo di oggi è lo shopping online, che le permette di non mettere il naso fuori dal suo amatissimo e solitamente silenzioso appartamento. Almeno finché – proprio al piano di sopra – non arriva un misterioso inquilino: un ragazzo strano, molto giovane e vestito in un modo che a Julie fa storcere il naso. È davvero un bene che lei sia da sempre alla ricerca di un uomo d’altri tempi, perché il suo vicino, decisamente troppo moderno, potrebbe rivelarsi ben più simpatico di quanto avrebbe mai potuto sospettare…

Un’autrice da mezzo milione di copie
Vincitrice del Premio Bancarella


«Anna Premoli è capace di tuffare il genere del rosa nazionale in suggestioni internazionali e ben piantate nello spirito del nostro tempo.»
la Repubblica

«La nuova eroina della commedia romantica.»
Vanity Fair

«Fa subito scintille!»
Cosmopolitan

«Anna Premoli si muove senza incertezze né sussulti lungo i binari della favola.»
Corriere della Sera


Recensione:

C'è chi amava la Premoli di un tempo, dei suoi primi libri sull'odio e amore, e poi c'è chi come me all'inizio non si era lasciata proprio conquistare da quei romanzi, ma si riconosce e ha amato di più queste nuove storie presentate, da quelle New Adult, a queste dedicate al mondo delle scrittrici con cui la Premoli esce finalmente dal suo mondo conosciuto di donna in carriera nel settore finanziario/bancario. Era diventato un mondo veramente ristretto e stereotipato, ora che si è decisa a uscire da questa sua cerchia conosciuta e esplorare altre cose che comunque le appartengono in un modo o nell'altro mi ha conquistato di più.
Julie è una scrittrice di Romance storico, una che sogna di vivere in un altro secolo, un pò allergica alle convenzioni a tal punto che se ne va combinata in giro senza preoccuparsi di sembrare una trentaseienne nei panni di una bambina di cinque.
Il bello di Julie è proprio questo suo essere anticonvenzionale, questo suo senso di appartenenza a un altro secolo e al tempo stesso questa determinazione a non lasciarsi soffocare dalla paura di essere sola senza un uomo.
Immedesimarsi in questo personaggio è stato praticamente facile, Julie vive in America, a New York ma la sua storia è quella di tante altre donne della sua età che hanno buttato la vita in storie sbagliate, collezionando fallimenti e mettendo una fine alla conquista di questi uomini sbagliati. 
Dall'altro lato della carreggiata c'è Terrence con i suoi capelli bicolore, le magliette bucate, una voce roca e sexy e tanti tanti anni in meno. Insomma quell'uomo totalmente sbagliato e diverso da quello che lei non sta neppure cercando.
Appena si incontrano sembra proprio che le intenzioni non siano le migliori da entrambe le parti eppure si innesca una strana alchimia fatta di risate e battute strane che solo loro due riescono a comprendere.

«Ovvero, due strani fanno una persona normale?» 
«No, in genere due strani fanno sempre e solo due persone strane. Ma almeno non si è da soli». 
Punto di vista interessante. Credo che anche questo finirà in un mio libro.
La cosa più bella di questo romanzo sono i due protagonisti che reggono tutta la scena con le loro stranezze, i loro discorsi, ti conquistano e ti fanno innamorare per il loro modo di essere semplicemente umani, dolci, spaventati. Uno si mostra cocciuto e caparbio a negare e butta dentro tanto pessimismo e tanta negatività sul futuro, l'altro non si lascia abbattere e continua imperterrito a dimostrare quello in cui crede.
Ho adorato poi la loro vicina di casa, la vecchia signora Berry che nasconde tanta dolcezza dietro il suo aspetto integerrimo. Offre a Julie uno specchio davanti a cui riflettere sulla piega che sta prendendo la sua vita. E ritroverete tutte le amiche presenti nel precedente volume, Laurel, Audrey e Cindy.
Il romanzo affronta tanti temi importanti sulle donne e sulla loro vita. Ci parla di anni buttati dietro l'uomo sbagliato nascoste dietro maschere di perfezione che non ci appartengono, ci parla della differenza d'età e di quanto si può essere simili e in sintonia nonostante tutto, ci parla della difficoltà di una donna di essere tanto più grande di un uomo in una relazione, ci parla di donne sole che rimpiangono dopo una vita andata gli amori persi.
Potrei continuare a parlarvi per ore di questo romanzo che mi ha conquistato piano piano e mi ha tenuto avvinta, strappandomi anche qualche risata, ma non voglio rovinarvi il piacere della lettura rischiando qualche spoiler... sappiate solo che è un romanzo che ha tanto da offrire nella sua semplicità e ci saranno tante scene ricche di emozioni, ma così ricche che ne vorrete ancora e poi ancora e vi dispiacerà chiudere il libro e abbandonare Terrence e Julie.
Complimenti all'autrice!
Fabiana
LCDL


Nessun commento:

Posta un commento