venerdì 12 gennaio 2018

Recensione: I due gentiluomini di Altona Vol.1 di Lisa Henry e J.A.Rock

Carissime Cercatrici, oggi Francy vi parla di un thriller della Triskell edizioni, I due gentiluomini di Altona dove troviamo una coppia di protagonisti fuori dal comune... Lui, Ryan McGuinnes, integerrimo agente del FBI l'altro, Henry Page, truffatore di professione con l'innata capacità di dare sui nervi al primo. Sarà solo questo a dare fastidio a Mac oppure quelle scintille tra di loro sono di altra natura? 

Titolo: I due gentiluomini di Altona(Playing the Fool Vol.1)
Autore: Lisa Henry e J.A.Rock 
Genere: thriller 
Pagine:289
Costo: € 3,37
POV: 3a persona

Sinossi:
La setimana dell’Agente Speciale Ryan “Mac” McGuinness si sta rivelando pessima. Non solo ha cominciato una nuova dieta, ma è anche stato incaricato di mantenere in vita tale Henry Page, il testimone più insopportabile del mondo.
Lavoro difficile considerato che Mac è a tanto così dall’uccidere lui stesso Henry e le sue citazioni Shakespeariane, le sue disquisizioni etiche e la sua ossessione per le uova.
A meno che ‘ucciderlo’ non sia esattamente ciò che ha in mente di fargli... 
Il truffatore Henry Page preferisce tenersi alla larga dalla legge... anche se non gli dispiacerebbe affatto avvicinarsi un po’ di più al rigido e affascinante Agente McGuinness. Come unico testimone di un delitto di mafia, Henry è di grande valore per l’FBI, se non fosse che suoi programmi non includono il testimoniare.
La comparsa di una talpa negli uffici dell’FBI costringerà Mac e Henry a nascondersi. Rinchiusi in uno chalet, resteranno sorpresi nello scoprire che c’è altro tra loro oltre alla semplice attrazione.
Ma la mafia si avvicina e Henry dovrà fuggire. A Mac toccherà capire quanto è disposto a rischiare per tenerlo accanto a sé 

Recensione: 
Inizio subito con il dire che sono perdutamente innamorata di Henri Page e che non vedo l'ora che traducano gli altri due capitoli della serie. Mi dispiace dirvelo ma dovrete leggerli in ordine per evitare spoiler e soprattutto apprezzare in pieno il rapporto dei due protagonisti. 
Mac è un agente dell'FBI che sa il fatto suo e che vuole inchiodare Dean Maxwell già da un po' e quale miglior occasione di un testimone oculare? Henry ha visto Maxwell uccidere un uomo e l'agenzia gli chiede di testimoniare in tribunale promettendogli protezione. Il problema è che Henry farà di tutto x scappare perchè sa che immischiarsi con la mafia non è mai un' ottima decisione. 
  
"In realtà non voleva fuggire ma il terrore che gli ispirava Dean Maxwell lo aveva fatto impazzire"

L'istinto di Mac gli dice di non fidarsi di Henry "La verità è che non sopporto quelle persone che pensano di poter fottere il prossimo e poi farla franca.Sono addestrato e so fare bene il mio lavoro. Così lo faccio senza ideali altisonanti."  e poi lo vede all'opera con i suoi colleghi e il suo modo di ottenere il loro bene volere. Il problema però sono i momenti in cui sono da soli quando Henry lo guarda dentro e la loro alchimia si fa evidente. Come farà Mac a proteggerlo se neanche Henry collaborava?

"Mac era pericoloso perché voleva il vero Henry, solo che era passato cosi tanto tempo che neanche lui sapeva più dove cercarsi".

Riguardo alla parte del giallo vorrei fare i miei complimenti alle autrici perché è veramente ben scritta infatti per capire chi fossero i cattivi ho dovuto aspettare che si rivelassero... Questo libro bilancia bene i due generi e anche se parliamo di un M/M il loro interagire è molto delicato e mai banale. 

Francy
LCDL

Nessun commento:

Posta un commento