mercoledì 3 gennaio 2018

Anteprima: Maledetta gelosia di Marilena Boccola

Vi presentiamo un anteprima in uscita oggi: Maledetta gelosia di Marilena Boccola ,il seguito di Sposa per vendetta in self publishing.


Titolo:  Maledetta gelosia
Autore: Marilena Boccola
Editore: Self Publishing
Pagine: 136
Costo eBook: 0.99
Genere: Romance Contemporaneo
Uscita: 03/01/18


SINOSSI
Dopo i primi burrascosi mesi di matrimonio con Nicola De Luca, il focoso nobiluomo dallo sguardo di ghiaccio che l’ha indotta a sposarlo per vendetta, Marinella decide di andarsene portando nel grembo l’agognato erede che avrebbe dovuto tramandare il nome della casata.
Inaspettatamente, quello che è cominciato come un matrimonio di finzione parrebbe nascondere un amore struggente e passionale, dato che Nicola, abbandonata la maschera di odio dietro la quale ha celato i suoi veri sentimenti, la raggiunge infine al Nord, deciso a riportarla con sé nel Salento.
Tuttavia, le storie d’amore non finiscono quando i due protagonisti si rivelano reciprocamente quello che provano; è proprio da lì che tutto inizia, anche se può capitare che altri infidi ostacoli si frappongano al pieno raggiungimento dell’ambita felicità. È esattamente quello che accade quando tra una donna orgogliosa e un uomo fiero si mette di mezzo la gelosia, tanto da arrivare con le sue perfide insidie a scombinare di nuovo tutte le carte. 
Maledetta gelosia è il naturale seguito di Sposa per vendetta, anche se si tratta di un romanzo autoconclusivo che può essere letto indipendentemente dalla precedente opera che l’ha ispirato. Anch’esso ambientato nel Salento negli anni Settanta, prende liberamente spunto dagli Harmony di quei tempi.

Avvertenza: contiene scene erotiche che lo rendono adatto esclusivamente a chi apprezza il genere.

Biografia:
Marilena Boccola è un'appassionata lettrice che scrive da sempre per il puro piacere di farlo. Laureatasi a Padova in Scienze Politiche, vive a Mantova con la sua famiglia e lavora presso una cooperativa sociale che gestisce servizi per persone disabili.
Fin da bambina ha tenuto un diario e negli anni ha scritto diversi racconti, tra cui alcuni per i suoi figli. Uno di essi, Il Ragno Luigi, vincitore del concorso letterario Racconti nella rete 2011, è stato pubblicato nell'omonima antologia edita da "Nottetempo". 
Romantica e sognatrice, recentemente si è cimentata nella scrittura di romanzi rosa senza tralasciare un pizzico di erotismo. Prima di approdare felicemente ad HarperCollins Italia con Baci, sabbia e stelle (giugno 2016) e Nella Rete di Shakespeare (settembre 2017) ha auto-pubblicato i romanzi Una casa per due, Abbracciami più forte, Una vita in più e Abbracciami, è Natale e altri racconti riscuotendo apprezzamenti e recensioni favorevoli. A gennaio 2017 ha pubblicato Sposa per vendetta di cui questo romanzo è il seguito. 
Positiva e solare, è convinta che la vita ricambi nello stesso modo chi le sorride.
Dal 2016 è associata a E.W.W.A. European Writing Women Association 



Estratti
Nicola è un fuoco e mi vuole tutta per sé, penso compiaciuta, ma in fondo so che non sarà facile contrastare la sua possessività.

«Dio, Marinella! Non guardarmi con quell’aria innocente, lo sai cosa mi scatena dentro… Ti voglio con me, nel mio letto, nella mia vita. Non riesco più a starti lontano…»
«Prima di andarmene, voglio riempirmi di te, sapendo che non riuscirò mai a saziarmi del tutto, e poi voglio imprimere a fondo la mia impronta sul tuo corpo e sul tuo cuore, per quando saremo nuovamente lontani…»
«Ti piace quello che ti sto facendo, Marinella? Le senti le mie dita tra le tue cosce?»
«Nicola…»
«Mi piace quando sussurri il mio nome mentre sono dentro di te.» Quel suo tono basso e arrochito dall’intimità mi fa impazzire ogni volta.
«Oh, Nicola…»
«Sì, amore mio, vieni per me.»
«Ehi… » mi dice, e il suo tono disperatamente dolce, riapre all’istante i rubinetti delle mie lacrime. Sembra in apprensione… Ah, già, l’erede!, ribadisco con me stessa per evitarmi false illusioni.
Mi abbraccia stretta, con un trasporto che mi sconvolge. Come può fingere una tale intensità e al contempo tradirmi con un’altra. Che incubo infinito è mai questo?

Nessun commento:

Posta un commento